Cronaca 24 Febbraio 2021

Insulti e sputi a ragazzo nigeriano “accusato di essere un comunista”, ex Caserma Occupata esprime solidarietà

Insulti e sputi a ragazzo nigeriano "accusato di essere un comunista", ex Caserma Occupata esprime solidarietàLivorno 24 febbraio 2021

Nei giorni scorsi nella zona del mercato, un ragazzo di colore è stato insultato e preso a sputi da due persone.

L’Ex Caserma Occupata ha posto questa mattina uno striscione in via Buontalenti in segno di solidarietà e commenta:

“Solidarietà a John e a chi vive discriminazioni ogni giorno

Abbiamo deciso di dire la nostra a proposito dell’aggressione razzista avvenuta al mercato un paio di giorni fa ai danni di John, un ragazzo nigeriano di 20 anni che frequenta la zona ogni giorno vivendo d’espedienti.

Le due persone (padre e figlia, bianchi) che lo hanno aggredito con sputi e insulti razzisti, hanno poi inveito contro commercianti e passanti intervenuti in difesa di John accusandolo di essere un “comunista di m….”.

Il tutto è finito con l’arrivo della polizia.

Analizzando il fatto è chiaro che da un lato non possiamo che essere fieri della reazione antirazzista immediata e spontanea dex livornesi.

Dall’altro un fatto così grave in una città come Livorno merita una riflessione sullo sdoganamento dell’odio e del razzismo più violento che denunciamo da anni, e da cui sfortunatamente anche la nostra città non è immune.

Perché questi episodi non avvengano mai più è fondamentale arginarli e continuare a reagire collettivamente alla violenza razzista e fascista.
Solidarietà a John e a chi vive discriminazioni ogni giorno”.

Ex Caserma Occupata

CONDIVIDI SUBITO!
EKOM Promozioni 11-24 maggio
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento