Cronaca 26 Gennaio 2023

Internalizzazione lavoratori AVR, la dichiarazione congiunta di Fiadel Toscana e Uil traporti Toscana

26 gennaio 2023 – Internalizzazione lavoratori AVR, la dichiarazione congiunta di Fiadel Toscana e Uil traporti Toscana

In data 18 gennaio 2023 siamo stati convocati da AAMPS per consentire l’attivazione della procedura di raffreddamento a seguito della proclamazione dello stato di agitazione di CGIL;CISL;UIL;FIADEL del 9 gennaio del 2023.

La bozza di verbale conciliativo  che ci ha presentato AAMPS per scongiurare lo sciopero conteneva diversi punti: la stabilizzazione dei Lavoratori precari in Aamps, la situazione TVR, e l’internalizzazione  del servizio spazzamento e decoro Urbano della città Livorno.

Le OO.SS Fiadel e Uil trasporti erano d’accordo sulle modalità di stabilizzazione dei precari e sulla situazione TVR, mentre abbiamo preferito per il punto internalizzazione del servizio spazzamento  presentare preventivamente il documento all’assemblea di lavoratori AVR.

Questo perché il servizio svolto da Avr spa che doveva già essere internalizzato alla scadenza del bando gennaio 2022 poi prorogato dalla stessa Aamps di un anno con scadenza 31 gennaio 2023, data questa detta improrogabile. La motivazione della ulteriore proroga prevista  è mezzi da lavoro non disponibili.

Questa decisione ha suscitato vibrante preoccupazione fra le maestranze  e non solo ma anche rendendo insicuri del esito del operazione   tutti i lavoratori coinvolti.

Infatti dopo queste due proroghe abbiamo preferito ascoltare il parere e la volontà dei lavoratori di AVR i quali nelle assemblea sindacale svoltasi il 21 gennaio in sede AVR hanno deliberato che  si dovesse compiere un passaggio con il Sindaco Salvetti per avere le dovute garanzie istituzionali.

Il sindaco molto sollecito e sensibile alla situazione ha concesso in data24  gennaio per le ore 17:00 e 30 l’incontro, i cui contenuti sono riflessi sul verbale di incontro che alleghiamo alla presente. . Infatti sulla base  di tutto  quanto sopra riportato  riteniamo ci siano le condizioni sufficienti per stipulare l’accordo in parola.

 

I lavoratori avevano bisogno delle seguenti certezze da parte del primo cittadino che si è fatto garante

Le OO.SS  ringraziano i lavoratori per la pazienza e senso di responsabilità  che hanno dimostrato in questa delicata  situazione.

Ringraziano il Sindaco Salvetti per la consueta disponibilità ed ascolto.

Ribadiamo ulteriormente (a chi o a quelle voci che dicevano che non volevamo accogliere la stabilizzazione dei precari e tutti i punti previsti dal documento di raffreddamento) che la nostra volontà  in un condiviso  spirito democratico  anche per conferire maggior vigore ed efficacia agli accordi è di ascoltare la voce dei lavoratori, e questo sarà sempre in futuro

 

CONDIVIDI SUBITO!
Inassociazione