Cronaca 8 Novembre 2020

Isola d’ Elba, FI scrive a Giani: “Intervenga sul balzello dei traghetti per i residenti”

Adalberto Bertucci  e Chiara Tenerini

In foto, Adalberto Bertucci e Chiara Tenerini

Isola d’ Elba, (Livono), 08  novembre 2020

La Responsabile Dipartimenti Toscana, Chiara Tenerini e il Responsabile Dipartimento Politiche Insulari Toscana, Adalberto Bertucci chiedono garanzie per i residenti elbani.

“Abbiamo inoltrato una lettera aperta al Presidente della Regione Toscana per evidenziare il problema del paventato balzello sui costi dei traghetti per i residenti”.

“Negli ultimi anni noi residenti ci siamo visti togliere tutto quello che i nostri genitori e nonni avevano ottenuto.

Grazie ai loro sforzi, fino a pochi anni fa, avevamo a disposizione dai 3 ai 5 posti riservati per residenti sui traghetti” – sottolinea Bertucci.

“La principale causa di molti problemi degli ultimi anni è stata la scellerata scelta da parte della Regione di fare un bando con regole bordeline.

La Regione ha permesso il monopolio della gestione dei trasporti marittimi. Non esistono più i posti riservati, non esiste più la ricerca di migliorie per agevolare chi si trasferisce in continente per malattia o per lavoro pendolare.

I 7 Sindaci elbani, in accordo, hanno scritto a Giani per chiedergli di farsi promotore nei confronti dell’Autorità di sistema di Livorno di rivedere questo paventato balzello.

Il territorio elbano e tutti i residenti hanno il Diritto di essere rispettati. Le promesse elettorali di Giani & Co.  risultano ancora una volta essere soltanto promesse elettorali”.

“La Regione deve ergersi a garante della nostra Isola per evitare l’ aumento del costo dei biglietti, per ripristinare il numero dei posti riservati ai residenti che si muovono per problemi sanitari o di lavoro pendolare, come era stato stabilito dalla compagnia Toremar prima del bando Regionale”. Conclude Bertucci.

CONDIVIDI SUBITO!