Boxpress 23 Febbraio 2020

Itinerari in Toscana e a Livorno, ecco alcuni luoghi da non perdersi

Uno dei punti di forza della Toscana è quello di affacciarsi per tantissimi chilometri sul Tirreno. Così, propone strade spettacolari e decisamente d’effetto, tra spiagge e borghi che si affacciano sul mare. Per la fortuna anche di chi deve viaggiare per queste strade, che si può godere un panorama mozzafiato.

Andiamo alla scoperta di alcuni itinerari che possono senz’altro portare alla scoperta delle zone più belle della Toscana che si affacciano sulla costa e che riescono a garantire un effetto meraviglioso anche fuori stagione, in cui non mancano cultura, gastronomia, natura e anche arte.

Ovviamente, durante l’itinerario ci sarà spazio anche per il divertimento, visto che si passerà nei pressi di Cecina, dove si può trovare il kartodromo Pista del Mare, uno dei più apprezzati in tutta la Toscana, perché permette di sfidarsi con mini moto e pit bike, ovvero una delle tendenze che si sono più affermate nel corso degli ultimi anni. Infatti, le pit bike venivano utilizzate dai piloti di MotoGp e di moto cross per gli spostamenti all’interno del paddock, ma in realtà adesso sono diventate un mezzo per divertirsi e anche per fare gare e sfidare altri piloti, con appositi campionati che vengono organizzati anche in Italia.

Itinerario in moto

Pronti, via. Si parte da Castiglione della Pescaia e si arriva a Piombino. Un itinerario che permette di godersi tutta la costa dall’alto del Castello Aragonese. Questo borgo marinaro è particolarmente apprezzato in estate dai turisti, dal momento che offre delle spiagge con una sabbia finissima e un mare veramente spettacolare.

Un salto alle Rocchette è imperdibile, puntando poi verso Piombino: qui si passa di fianco alle antiche saline con la spettacolare Torre del Sale, potendo ammirare le sue rovine. Piazza Bovio e il suo castello sono un must da visitare a Piombino: una tappa che diventa anche culturale, con il suo fascino di antica città etrusca.

Poi ci sono due borghi da non perdere come Campiglia Marittima e Suvereto: si prosegue fino a Montescudaio, da cui si possono ammirare l’Isola d’Elba e la Capraia. Il percorso lungo la Costa degli Etruschi è meraviglioso dal punto di vista paesaggistico e permette di godersi degli scorci marittimi che rimarranno impressi per sempre.

Si arriva a Livorno, di cui parleremo poco più in basso, per poi proseguire puntando verso Marina di Carrara, passando ovviamente prima da Pisa, e il Duomo nonché la Torre pendente sono solo due delle tante attrazioni presenti, per poi arrivare finalmente a Marina di Carrara, la meta finale di questo itinerario su due ruote.

Alla scoperta di Livorno

Considerare Livorno un luogo di passaggio è normale, per via del fatto che dal porto di questa città partono tantissime navi da crociera, ma anche traghetti verso qualsiasi destinazione. D’altra parte, prima di imbarcarsi, la cosa migliore da fare è quella di dare un’occhiata a quello, ed è veramente tanto, che può offrire questa città toscana.

Uno dei luoghi da non perdersi a Livorno è certamente il Mercato delle Vettovaglie, detto anche Mercato Centrale: si tratta di una delle strutture architettoniche più belle di tutta Livorno, realizzata durante la metà del XIX secolo, sfruttando in maniera combinata due materiali come il ferro e il vetro. La struttura è veramente imponente, ma lineare: sono le dimensioni l’aspetto che lascia più senza parole.

Un passaggio alla Terrazza Mascagni è d’obbligo: questa terrazza panoramica venne trasformata con tale scopo nel 1925, anche se chiaramente fu rovinata in seguito alla Seconda Guerra Mondiale. Piuttosto di recente, però, è stata oggetto di una grande opera di ristrutturazione, che ha permesso di riportarla all’antico splendore, diventando uno dei luoghi simbolo della città. Imperdibile anche la Fortezza Vecchia e il quartiere Venezia.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento