Arti Marziali 6 Ottobre 2017

Karate: Magnelli e Barontini, bronzo aglia europei dei piccoli stati. Foto

Europei karate di Andorra – Accademia dello Sport

 

Andorra, piccolo stato situato sui Pirenei fra Spagna e Francia, il solo con San Marino ad avere due capi di Sato che governano insieme. Sede per quest’anno della 4° edizione dei Campionati Europei per Piccoli Stati SSEKF, gara aperta ai piccoli Stati d’Europa, Andorra, Cipro, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, Montenegro e San Marino.

Principato con 90 mila abitanti che ospita ogni anno circa 10 milioni di turisti attirati da panorami mozzafiato innevati per gran parte dell’anno, grazie alla sua altitudine che le fa avere il primato della Capitale più alta d’Europa La Vella. A due passi da essa Escaldes Engordany (acqua calda), sede della più bella SPA al mondo e sede per l’occasione della competizione internazionale.

In una nazione priva di esercito i 450 atleti in gara hanno dato battaglia sui 5 tatami di gara nelle specialità di kata (forme) e kumite (combattimento).

Un record di iscrizioni per questa quarta edizione, fino ad adesso sempre in crescita in termini numerici anche grazie all’entrata del karate fra gli sport olimpici di Tokio 2020.

Organizzazione delle grandi occasioni, grande ed impeccabile che ha fatto sentire gli atleti protagonisti di un grande evento. E protagonisti lo sono stati 5 Livornesi dell’Accademia dello Sport BluBay Karate, che grazie alla collaborazione con la Federazione di Karate Sammarinese (FESAM) del Maestro Maurizio Mazza, a cui vanno i nostri ringraziamenti, hanno potuto gareggiare a nome di San Marino.

Il bottino portato a casa dai labronici è stato di tutto rispetto con 2 medaglie di bronzo nel Kumite e 2 finali per il bronzo perse, 1 oro e 6 bronzi il bottino finale di San Marino.

Il primo bronzo conquistato da Giada Barontini nella cat. Kumite Under13 +47kg che si è dovuta arrendere in semifinale alla fortissima atleta della Nazionale Lussemburghese, vincitrice del torneo.

La seconda medaglia è stata portata a casa da Emanuele Magnelli nella cat. Kumite Under13 +55kg, che con tre incontri totali perde di misura la semifinale con il vincitore del torneo ma poi riesce a vincere la finale per il bronzo contro l’atleta Nazionale Cipriota dopo un intenso combattimento vinto 1-0 nel finale, e per poco non raggiunge anche la finale per il bronzo nella categoria a squadre (squadra composta da Emanuele Magnelli, Matteo Lanfranca, Matteo Orlandi).

Alessio Magnelli, coach accreditato WKF e coach per l’occasione del Team San Marino, dopo 4 incontri di kumite con gli atleti di Monaco, Cipro e Lussemburgo, perde di misura sia la finale per il bronzo della categoria individuale sia per quella a squadre (squadra composta da Alessio Magnelli, Benedetto Perrina, Luca Falcucci).

Sempre nel kumite Under13 +55kg ottima la prova anche di Lanfranca Matteo che con 2 incontri all’attivo nella competizione non riesce per poco ad entrare nei ripescaggi per il terzo posto, dimostrando comunque un ritrovato spirito combattivo.

Nei kata Cadetti San Marino schierava il labronico Diego Caponera che ha espresso ciò che di buono aveva dimostrato durante tutto l’anno agonistico, perdendo solo con l’atleta di Malta, dimostrando una continua crescita.

Esperienza Internazionale ricca di soddisfazioni per gli atleti dei Maestri dell’Accademia dello Sport Alessandro Fasulo, Carmelo Triglia e Alessio Magnelli, quest’ultimo impegnato nel fine settimana al Salisburgo Karate1 – SerieA Wkf, gara Internazionale fra le più importanti del panorama Mondiale, in qualità di coach di San Marino.

Il risultato è figlio di un intenso lavoro effettuato dagli atleti e dai coach per tutto il periodo estivo trasformato in successo dagli atleti a cui vanno i complimenti del presidente dell’Accademia dello Sport di Via Garibaldi Livorno, Damiano Bani.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento