Provincia 4 Maggio 2021

La lettera, Rosignano: “Le gravi problematiche della pista ciclabile”

Livorno 4 maggio 2021

Pista ciclabile a Rosignano Solvay e le sue problematiche, la lettera di Enzo Calderone, SOS Rosignano Patrioti per Giorgia Meloni

“La più inutile e costosa progettazione e realizzazione stradale a Rosignano.

Ma vediamo nello specifico:

 

Il primo punto essenziale è che i nostri cari amici ciclisti raramente la percorrono, visto che spesso utilizzano la carreggiata destinata al passaggio di auto e mezzi di soccorso.

Il secondo punto è che non vi è segnaletica riguardante la velocità massima consentita, trattandosi appunto di pista ciclabile.

Questo può costituire un rischio, tenendo presente che viene percorsa anche da famiglie con bambini piccoli.

Altro punto è che:

la pista ciclabile avrebbe un senso logico se venisse realizzata in modo da consentire allo stesso ciclista di fare sport respirando aria sana e non smog allo stato puro e potersi concentrare su ciò che fa, visto che molti di loro si allenano per gare a livello agonistico, invece di doversi preoccupare di pericoli dovuti al traffico delle auto.

Ricordo che questa improbabile pista è adiacente a un parcheggio.

 

Un’opera faraonica durata un anno, una strada sconnessa, traffico aumentato e polvere ovunque, soprattutto nei negozi.

I commercianti, infatti, sono stati costretti a chiudere le porte dei negozi per evitare che la polvere entrasse e rovinasse la loro merce ma, nonostante questo, la polvere ha ricoperto scaffali, merce e vetrine.

Senza parlare del fatto che i mezzi di soccorso; dopo il ristringimento della strada causato dalla realizzazione della pista ciclabile, anche i mezzi di soccorso e pubblica sicurezza trovano difficoltà a passare.

L’aspetto più preoccupante riguarda i disabili. Infatti l’accompagnatore del disabile trasportato è costretto a lasciare l’auto in mezzo alla strada per far uscire il disabile, o è costretto ad invadere la pista ciclabile con la
carrozzina, per poi farlo uscire scavalcando il muretto divisorio.

Siamo favorevoli alle piste ciclabili a condizione che siano realizzate in luoghi più appropriati.

 

In questo caso, la pista ciclabile andrebbe realizzata sul lato mare, lasciando libera l’Aurelia”.

 

CONDIVIDI SUBITO!
EKOM Promozioni 11-24 maggio
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento