Aree pubbliche 14 Gennaio 2018

La lettera di Vaccaro (Lega) al presidente Corsini

La lettera della Lega Nord Livorno,  indirizzata al Presidente Corsini, nella quale viene chiesto di sciogliere alcuni nodi e alcune perplessità che riguardano un tema molto sentito in città:

Gentile presidente Corsini,

alla fine dello scorso anno l’Authority ha informato i circoli nautici del porto Mediceo di aver “programmato la cessazione” delle autorizzazioni ad occupare temporaneamente le aree marittime assentite e di voler allestire la banchina 75 per un trasferimento temporaneo delle imbarcazioni per consentire così ad Azimut, di realizzare il marina. Non sono contraria alla nascita di un approdo turistico, lo sono, se mai, all’inarrestabile strapotere che un privato, Azimut, potrà esercitare su un bene pubblico fino ad oggi adibito a scopi prevalentemente sociali proprio da quei circoli in predicato di sfratto. Si tratta di una situazione che genera non poche perplessità.

Anzitutto occorrerebbe sapere come si intende rendere sicuri i presunti ormeggi alla 75, oggi esposti alle mareggiate, visto che con il tutt’ora vigente accordo del 2007 l’Authority si impegna non solo ad allestire la banchina per ospitare le imbarcazioni, ma anche a dotare quello specchio d’acqua, di apposite protezioni.

Ora, dato che dal 2009 la banchina 75 è destinata ad ormeggio crocieristico, quali garanzie avranno i circoli nautici di non essere sfrattati anche di là, con ulteriori costi e disagi, magari solo dopo pochi mesi, visto che suddetta banchina rimarrà utilizzata per le crociere? La sistemazione temporanea alla 75, potrà protrarsi per tutto il tempo necessario alla realizzazione del porticciolo alla Bellana? Sarebbe inoltre utile sapere se sarà possibile l’approdo di navi da crociera alla 75 in presenza delle barriere che verranno realizzate. Infine, l’ormeggio di imbarcazioni da diporto alla banchina 75, di fronte al malridotto bacino grande, non diventerà un pretesto per impedire il ripristino di questa infrastruttura che garantirebbe alla città, almeno 400 posti di lavoro ? Comprenderà tali dubbi, presidente, “a pensar male si fa peccato”, ma visto le lungaggini e le negligenze più o meno volute e i rimpalli di responsabilità che hanno massacrato il comparto bacini, potremo contare su un bel po’ di attenuanti..”

Costanza Vaccaro – Sezione comunale Lega Nord Livorno

CONDIVIDI SUBITO!