Aree pubbliche 16 Novembre 2020

La nostalgia del caffè diventa un murale tridimensionale in Borgo

Livorno 16 novembre 2020. Il ricordo dell’infanzia si trasforma in un’idea artistica per abbellire il quartiere e testimoniare le attività di un tempo.

Siamo in Borgo Cappuccini, dove l’arte e la memoria storica si trasformano in un sorriso.

L’autore – il quale ha preferito rimanere anonimo – ci ha gentilmente spiegato come è nata l’opera che vedete nella foto che segue.

“Mi ricordavo che quando passavo di là, tanti anni fa, c’era la scritta ‘Mokaras’ e una finestra ottagonale che c’è ancora”.

“Essendo una torrefazione, c’era un intenso e piacevole odore di caffè nell’aria”.

Da questo ricordo nasce l’opera che è stata realizzata in questi giorni.

La finestra ottagonale poteva rappresentare un occhio, pertanto l’artista ha realizzato una seconda finestra ottagonale artificiale e l’ha posizionata accanto all’altra.

Una volta creati i due occhi, ha quindi deciso di utilizzare dei pezzi di plastica da lui stesso lavorati e colorati a forma chicchi di caffè.

Ecco quindi il risultato finale: un grande smile (sorriso). Le finestre definiscono gli occhi, mentre il tratteggio dei chicchi di caffè forma la bocca.

 

In Borgo c'è la street-art del sorriso In Borgo c'è la street-art del sorriso In Borgo c'è la street-art del sorriso

 

 

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom offerte 6-12 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento