Cronaca 12 luglio 2018

La Polizia ferma tre scassinatrici italiane

"Si aggiravano con fare sospetto intorno alle auto in sosta a Calafuria"

Livorno – Nel Quadro dei servizi di contrasto alla criminalità predisposti dalla questura di Livorno ed In seguito ad alcuni episodi occorsi lungo la costa, dove alcuni bagnanti denunciavano di aver subito il danneggiamento della propria vettura in sosta con lo scopo di asportare il materiale custodito all interno.

La polizia di stato predisponeva un attento servizio di prevenzione con personale delle volanti che permetteva di fermare ed identificare tre donne ,che a bordo di autovettura con targa straniera si aggiravano con fare sospetto intorno alle auto in sosta nei pressi del ristorante calafuria.

Le tre donne,italiane, di eta compresa tra 28 e 46 anni e residenti in provincia di Pistoia venivano accompagnate in questura per procedere ad un accurato controllo sulla loro identità e sulla persona che permetteva di trovare addosso ad una delle tre donne, celate all’interno del reggiseno , una punte il ferro (che di solito si usano con il trapano) di lunghezza di cm 13 e che venivano usate dalla tre per infrangere i finestrini delle autovetture ed asportare il loro contenuto.

Le tre donne risultavano avere tutte precedenti di polizia per furto. All interno dell autovettura usata dalle tre veniva rinvenuto un paio di forbici da elettricista ed un cacciavite oltre ad altre due punte da trapano dimcm 15 diametro 10 cm. A seguito di quanto accertato le tre donne venivano indagate in stato di libertà per il porto abusivo e ingiustificato di chiavi e grimaldelli.

In questura personale delle volanti unitamente al personale dell’ufficio anticrimine provvedeva a notificare alle Tre donne la misura di prevenzione del il foglio di via obbligatorio dal comune di Livorno.

Lascia il tuo commento