Cronaca 22 Gennaio 2019

La sanità secondo la Cisl

“La legge regionale 11/2017 ha accorpato le preesistenti Zone Distretto della Bassa Val di Cecina e della Val di Cornia44: occorre procedere speditamente nel reale processo di integrazione.

In Toscana, elemento essenziale dei servizi di Cure Primarie è la Casa della Salute: “La Casa della Salute è parte fondamentale ed essenziale della rete dei servizi aziendali delle Cure Primarie, permettendo una relazione diretta tra l’assistenza territoriale e gli altri nodi della rete assistenziale.

È strutturata in sedi fisiche ben riconoscibili e presenti in maniera omogenea sul territorio regionale e i cittadini saranno presi in carico per i loro problemi assistenziali da team multiprofessionali coordinati clinicamente dai MMG titolari della scelta del singolo paziente, garantendo la fluidità dei percorsi e i necessari raccordi con gli altri servizi aziendali attraverso la medicina di comunità”45.

Il programma di realizzazione delle Case della Salute pare ben lungi dall’essere completato: appaiono pertanto necessari un puntuale monitoraggio dello stato di realizzazione ed un’efficace interlocuzione, in quest’ambito, con le parti sociali.

Nel territorio livornese (ex Asl 6) risulta notevolmente inferiore alla media, sia della Toscana che dell’Area Vasta, la percentuale di anziani non autosufficienti assistiti46. Per l’assistenza domiciliare si registra una proporzione standard di 7,80 anziani per mille, rispetto ad una media regionale di 23,30 per mille e di area vasta di 13,70 per mille.

Per la Residenza Sanitaria Assistenziale permanente una proporzione standard di 4,70 anziani per mille, rispetto ad una media regionale di 8,70 per mille e di area vasta di 6,60 per mille.

Disparità si registrano anche tra le diverse Zone Distretto comprese nel territorio della ex Asl 6. Occorre intervenire rapidamente, per eliminare le disomogeneità territoriali”.

CONDIVIDI SUBITO!