Collesalvetti 6 Agosto 2018

“La spazzatura conta più di un disabile?” Cassonetti sul posto riservato

A Vicarello occupata l'area di sosta davanti alle Poste

La spazzatura conta più di un disabile? Cassonetti sul posto riservato a Vicarello: un esempio di inciviltà

 

La fotodenuncia di un nostro lettore, “La spazzatura conta più di un disabile?” Questa la domanda che subito salta alla mente.

“Leggo con piacere dell’app per segnalare l’occupazione abusiva dei posti dei disabili.

Sono livornese ma abito a vicarello dove da lunedì 30 luglio il posto dei disabili nella main street, di Vicarello, davanti alla Posta è occupato abusivamente dai cassonetti della spazzatura”

Ecco un bell’esempio di senso civico da parte di chi nel comune di Collesalvetti concede i permessi per certe cose oggi inaccettabili. Svista degli uffici? In ogni caso la prima cosa che ci viene da pensare è  “meglio posizionare i cassonetti nello stallo disabili che al posto delle altre auto“.

E’ vero che i disabili rispetto alla popolazione cosiddetta normale, sono fortunatamente pochi e che magari quel posto rimane spesso inutilizzato, ma qui si manca veramente di sensibilità e rispetto.

Ancora una volta si va a colpire delle persone che di quel posto ne hanno veramente bisogno. Se è stato creato dall’amministrazione pubblica, significa che effettivamente in quella zona – davanti alle poste – ce n’era veramente bisogno.

Anche se i cassoni fossero stati posizionati temporaneamente, rimane semplicemente inaccettabile: un segno di incuranza e di mancanza di rispetto verso una parte più debole dei cittadini.

Ci auguriamo che chi di dovere tolga immediatamente questi cassonetti e chieda scusa pubblicamente a quei cittadini che non hanno potuto usufruire di un loro diritto.

Basta con queste cose, la spazzatura conta più di un disabile? Dimostrate di no”

 

CONDIVIDI SUBITO!