Cronaca 14 giugno 2018

“L’Aquarius a Livorno c’è già: È nel bacino galleggiante”

Il commento di Sergio Landi alla manifestazione di Arci, Anpi e Cgil per l’apertura del porto ai migranti

“In tre anni neppure una manifestazione sindacale sui bacini. Poi in poche ore Cgil e la sinistra associativa/solidale (Anpi e Arci) ne organizzano una per aprire i porti ai migranti” commenta Sergio Landi, simpatizzante della Lega e frequente attivista di Vertenza Livorno. “Volete l’Aquarius? C’è di già e si trova nel bacino galleggiante” “e nessuno si muove per farla muovere“.

Il riferimento di Landi è alla nave Urania, la quale blocca da troppo tempo il bacino più piccolo, la gara del complesso riparazioni e pure i vari di Azimut Benetti.

Landi fa notare il silenzio della Cgil su questo argomento e rincara la dose: “Si occupano di problemi di cui dovrebbero occuparsi a Rosarno, ma dove c’è lo schiavismo dei lavoratori immigrati, loro là non ci sono. Non sono dalla parte degli immigrati e degli schiavi; mi auguro non siano neppure dalla parte dei caporali”.

Un commento sul collegamento fatto dall’Arci tra il Moby Prince e l’Aquarius:  “Si dovrebbero vergognare” e “Sono stupito e sconfortato che una vecchia grande organizzazione come la Cgil sia stata trascinata in un baratro così profondo”.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento