Rugby 25 Ottobre 2017

Le 10 partite del rugby giovanile livornese

UNDER 18 COSTA TOSCANA E GRANDUCATO, UNDER 16 LIVORNO E GRANDUCATO, UNDER 14 LIVORNO E LIONS, UNDER 12 LIVORNO, LIONS ED ETRUSCHI E UNDER 8 ETRUSCHI. QUA DI SEGUITO TUTTE LE PARTITE.
Il ‘derby’ tra Franchigie under 16 premia il Granducato Livorno. In casa (al ‘Tamberi’), nel proprio primo impegno del campionato regionale di categoria, i giallo-bianco-rossi labronici allenati da Giampaolo Brancoli e Michele Pelletti si sono imposti con un perentorio e indiscutibile 53-19 contro la sinergica squadra aretina dei Ghibellini. Successo largo e convincente, frutto di una prova ricca di spessore. 5 punti in classifica per i locali, nessuno per gli ospiti. Tutti i settori e tutti i reparti della formazione labronica sono apparsi in buone condizioni. La rappresentativa under 16 del Granducato (Franchigia nata nel 2015, grazie alla stretta collaborazione tra le società cittadine dei Lions Amaranto e degli Etruschi) può togliersi non poche soddisfazioni nell’arco del torneo. I ‘Granduchi’, dopo aver mancato, ad inizio stagione, l’accesso nel (durissimo) campionato èlite, possono trovare nel campionato regionale la propria dimensione. Un torneo che può consentire di crescere e di non effettuare il passo più lungo della gamba. Ben 9 le mete realizzate contro i Ghibellini. 4 volte a bersaglio l’ala Leonardo Pellegrini; 2 mete per l’apertura Mazzoni (che ha segnato anche 4 trasformazioni) ed 1 ciascuna per il centro Uccetta e per gli avanti Chiarugi e Lischi. Lo schieramento iniziale: Bicchierai; Pellegrini L., Dalla Valle, Madrigali, Madrigali; Mazzoni, Porciello; Chiarugi, Marchi, Castelli; Tellini, Barsacchi; Pioli, Cappelli, Lischi. Entrati anche Lentini, Meini, Pellegrini A., Capobianchi, Taddeini, Paolini.
Profeti in patria. Sul terreno amico ‘Tamberi’, nel concentramento ospitato e (perfettamente) organizzato dalla stessa società verde-amaranto, gli Etruschi Livorno under 8 si sono esaltati. Al di là dei (peraltro ottimi) risultati ottenuti nell’arco della manifestazione, gli allenatori-educatori David Franceschi e Fulvio Incrocci non hanno nascosto la propria soddisfazione per il livello di gioco raggiunto. Questi giovanissimi atleti (nati negli anni 2010 e 2011) stanno crescendo – anche sul piano rugbistico – a vista d’occhio. L’opera di reclutamento svolta dal sodalizio livornese ha permesso di allestire una rosa ampia e di qualità. Anche nel raggruppamento (o concentramento che dir si voglia) del ‘Tamberi’, due le squadre degli Etruschi in campo. Ecco l’elenco dei promettenti giocatori ‘profeti in patria’. Etruschi ‘1’: Adriano Paolo Biagi, Valentino Ferro, Tito Franceschi, Gregorio Guidi, Mattia Perelli, Andrea Pitotti, Cristian Ricci. Etruschi ‘2’: Alessandro Brunelli Felicetti, Alexandru Andrei Ciuperca, Mattia Dell’Unto, Mattia Fraschi, Tommaso Incrocci, Samuele Michel, Karim Niang, Ryan Romano. Al via dell’evento solo formazioni della costa toscana: oltre alle due squadre degli ‘Etruschini’, due formazioni dei Lions Amaranto Livorno, una del Cecina, una dello Scarlino, una de ‘I Titani’ Viareggio ed una del Grosseto. Lontano dalla tensione tipiche di ‘partite da ultima spiaggia’, tutti gli incontri sono stati all’insegna del divertimento. La passione di questi atleti è davvero coinvolgente. I risultati delle partite giocate dalla due formazioni verde-amaranto (ogni meta un punto): Lions Bianco – Etruschi ‘1’ 3-7; Etruschi ‘1’ – Scarlino 8-2; Cecina – Etruschi ‘1’ 4-2; Etruschi ‘1’ – Lions Amaranto 8-5; Lions Amaranto – Etruschi ‘2’ 8-4; Etruschi ‘2’ – Grosseto 6-3; Titani – Etruschi ‘2’ 3-6; Etruschi ‘2’ – Lions Bianco 5-5.
Con un ruolino di quattro (larghe) vittorie in altrettante gare disputate, l’under 12 degli Etruschi Livorno ha chiuso al primo posto il raggruppamento della costa toscana disputato sul campo ‘Santa Lucia’ di San Vincenzo. Buonissimo il lavoro in fase d’attacco (ingente il bottino di mete realizzate) e brillante l’opera in difesa (solo tre le marcature incassate nell’arco delle quattro gare). Al via del concentramento, oltre agli scatenati verde-amaranto, anche i padroni di casa del Rufus, lo Scarlino, il Rosignano e l’Elba. Estremamente soddisfatti per il livello di gioco raggiunto i due allenatori-educatori degli ‘Etruschini’ Francesco Consani e Daniele Campani. Più del numero delle vittorie ottenute nella giornata, ai due tecnici interessava verificare il grado di forma raggiunto dal gruppo. Ebbene, le risposte sono state decisamente incoraggianti. Tutti i 18 elementi ruotati durante il raggruppamento sono parsi in crescita. La serietà di questi atleti – giovanissimi, del 2006 e del 2007 – sta permettendo di effettuare, nel proprio quartier geneale del campo ‘Tamberi’, sedute settimanali intense e di spessore. Continuando su questa strada anche i prossimi appuntamenti ufficiali possono regalare ‘mete’ importanti. I giocatori verde-amaranto grandi protagonisti a San Vincenzo: Campani, Merlo, Consani, Papucci, Ungarini, Perciavalle, Giusti L., Giusti E., Nuterini, Ceccarini, Tognetti, Parziale, Sgherri, Puddu, Savi, Perciavalle, Sangiorgi, Melani.
Anche alle porte di Firenze, gli under 12 del Livorno Rugby sono stati in grado di mettere in vetrina giocate di primissimo piano. Nel raggruppamento – di alto livello per la categoria – effettuato a Scandicci, le due rappresentative biancoverdi hanno lottato con efficacia. La strada intrapresa per i giovani atleti (nati negli anni 2006 e 2007), guidati dagli allenatori-educatori Riccardo Fabbrini, Rossano Campochiari e Alessandro Borgiotti, è quella giusta. E’ una strada che alla distanza consentirà – ci scommeteremmo – di raggiungere prestigiose ‘mete’. Anche a Scandicci, gli atleti biancoverdi sono stati divisi in due formazioni ‘equilibrate’. Il Livorno Bianco ha battuto 5-4 (ogni meta un punto) i padroni di casa e perso 1-3 con il Firenze’31. Il Livorno Verde ha superato 5-4 lo Scandicci e perso 2-5 con il Firenze’31. A fine concentramento si sono simpaticamente scontrate le due squadre del Livorno Rugby: il derby in famiglia è finito con il successo del Livorno bianco. Per crescere e migliorare servono queste gare, al cospetto di altre realtà solide della categoria. Partite all’insegna dell’equilibrio. A poco servirebbero incontri agevoli, con squadre di seconda fascia. Al concentramento di Scandicci hanno partecipato (in rigoroso ordine alfabetico) questi promettenti atleti biancoverdi: Raffaello Agostini, Giacomo Autorino, Nicola Bargagna, Saverio Bianchi, Vittorio Borgiotti, Davide Canziani, Pietro Celi, Mattia Cioni, Edoardo D’Ammando, Jacopo De Rossi, Bruno Fava, Matteo Lottini, Ettore Maltinti, Giorgio Mannucci, Andrea Libero Michelucci, Diego Norfini, Ania Rosini, Giulio Tavani, Massimo Tavani, Leonardo Tosi.
I Lions Amaranto Livorno under 14 hanno perso di misura, 26-24, la partita valida per la prima giornata del girone toscano èlite di categoria. Sul campo Coiano, contro i locali del Gispi Prato, i leoni allenati da Emanuele Bertolini e Davide Mantovani hanno giocato con grande slancio e determinazione. In parità (4 a 4) il conteggio delle mete. La minima differenza nel risultato conclusivo è stata dettata dalle differenti percentuali nei calci di trasformazione: difficile, per il calciatore dei labronici, Chelli, fare di più del 50% in occasione dei tentativi dalla piazzola (tutte le mete ospiti sono state siglate in posizione angolata, lontano dai pali). Nei tornei ‘maggiori’ (under 16, under 18 e seniores), con quattro mete messe a segno e un passivo inferiore alle otto lunghezze, i Lions si sarebbero assicurati due punti in classifica (doppio bonus). Più del rammarico per una sconfitta sfortunata – e forse immeritata – è grande la soddisfazione per aver raggiunto con questi elementi (nati nel 2004 e nel 2005) un livello di rendimento tale da giustificare l’ingresso nel girone ‘1’, quello composto dalle migliori dieci squadre toscane di categoria. A dimostrazione della volontà di crescere e di alzare l’asticella, senza limitarsi a larghe vittorie contro squadre di seconda fascia, i Lions under 14 giocheranno il primo novembre, sempre a Prato, la prima tappa del Superchallenge, il torneo che vede al via le migliori formazioni di tutta Italia. Al campo Coiano, amaranto sempre generosi. Contro una formazione cinica, che ha sfruttato ogni opportunità, i leoni hanno confermato le proprie qualità già messe in vetrina nella primissima parte dell’annata. Sfida viaggiata sui binari dell’equilibrio. Le mete ospiti portano la firma di Michelazzi, Vodicer, Ferra e Tedeschi. Due le trasformazioni di Chelli. In rigoroso ordine alfabetico, ecco l’elenco dei venti elementi ruotati da Bertolini e Mantovani nell’arco degli intensi 50′ di partita: Diego Biagi, Giovanni Cerrai, Thomas Chelli, Gabriele Del Pero, Niko Fantozzi, Lorenzo Fappiano, Giorgio Ferra, Jonathan Frassinelli, Lorenzo Giorgi, Cristiano Lunardi, Matteo Mazzi, Paolo Michelazzi, Omar Ouhdif, Lorenzo Pannocchia, Diego Polese, Nico Quercioli, Cristiano Sagliano, Giulio Tedechi, Febo Vodicer, Luca Zampini. Significativa la presenza in panchina – sia pur fuori lista – di Nico Bernini e Lorenzo Porciello, i due giocatori attualmente indisponibili per infortunio.
Dominio dell’under 12 dei Lions Amaranto Livorno under 12 nel raggruppamento (o concentramento che dir si voglia) disputato domenica mattina sul campo ‘Castellani’ di Cecina. L’evento ha visto al via squadre della costa toscana. I giovanissimi leoni – nati negli anni 2006 e 2007 – hanno vinto, in modo perentorio, le tre gare giocate. Al di là dell’ingente bottino di mete siglate, la soddisfazione per gli allenatori-educatori amaranto Alessandro Brondi e Marco Antonazzo nasce dalla consapevolezza che la strada intrapresa sia quella giusta. La crescita del gruppo è costante. Gli atleti, nel corso delle sedute settimanali, mostrano grande maturità. I risultati non stanno tardando ad arrivare. Nella prima partita del raggruppamento, vinta 7-1 contro il Piombino, mete di Meini, Spagnoli O., Bianucci, Antonazzo, Munafò e Ciapini. Nell’incontro successivo – il più impegnativo – contro i padroni di casa del Cecina, successo per 5-3, con mete ospiti di Antonazzo, Meini e Pellegrini. Larga l’affermazione nell’ultimo incontro della mattinata, contro i Titani Viareggio. 12 le mete (a 0) siglate dai labronici, a bersaglio con Bianucci, Falleni, Del Mazza, Antonazzo, Meini, Munafò e Spagnoli D.. Ecco, in rigoroso ordine alfabetico, l’elenco dei giocatori amaranto grandi protagonisti in terra cecinese: Giulio Alessandrini, Alice Antonazzo, Leonardo Bacci, Filippo Bani, Tommaso Bianucci, Giulio Contini, Simone Del Mazza, Niccolò Falleni, Federico Funghi, Diego Giudici, Mattia Longhi, Vittorio Meini, Gianluca Munafò, Diego Orifici, Matteo Poli, Riccardo Pellegrini, David Santiago Spagnoli, Omar Spagnoli, Edoardo Tonarini.
Una vittoria – condita dal bonus-attacco – significativa, che va ben oltre i (pur importanti e preziosissimi) cinque punti conquistati. Il Granducato Livorno under 18, in casa, sul terreno amico ‘Tamberi’ contro il temibile Perugia, nella seconda giornata del campionato èlite di categoria, girone del centro Italia, è stato capace di gettare il cuore oltre l’ostacolo. I giallo-bianco-rossi, che a tavolino si sono visti in settimana infliggere, per un cavillo burocratico, un’incredibile sconfitta (di fatto i ragazzi allenati da Riccardo Della Rosa dopo il successo con bonus ottenuto nel debutto sul campo dell’Amatori Parma sono ‘retrocessi’ di 9 punti) hanno mostrato di essere una squadra vera, di quelle con il pelo sullo stomaco. In difficoltà nel primo tempo (umbri in vantaggio 0-3 all’intervallo, in virtù di un piazzato giunto poco prima della fine della frazione), i ‘Granduchi’ hanno disputato una ripresa di altissimi contenuti. Nel secondo tempo, al 3′, meta del definitivo sorpasso (a bersaglio l’apertura Del Bono). Nel finale d’incontro, nel giro di 4′, altre tre mete: al 28′ segna Chiarugi, al 30′ Del Bono e al 32′ Krifi. Del Bono arrotonda con due trasformazioni, fissando così il punteggio sul 26-3. Il Granducato (la Franchigia nata nel 2015 grazie al lavoro sinergico tra le ‘storiche’ società livornesi dei Lions Amaranto e degli Etruschi) punta decisamente in alto. Al termine della regular season, la prima accederà direttamente ai gironcini per il titolo italiano. Accesso pure per le squadre che vinceranno i barrage tra seconde e terze classifica. Nonostante lo sfortunato episodio di Parma, i giallo-bianco-rossi possono sognare qualcosa di importante… Lo schieramento vittorioso con il Perugia: Del Fiorentino; Barsali, Batista, Sheu, Chiarugi; Del Bono, Jelic; Lucchesi, Mannelli, Vitiello; Pacini, Dalla Valle; Krifi, Bertini, Migliori. Entrati anche Rum, Andorlini, Solimani, Bonaccorso, Tonelli, Orifici e De Robertis. Domenica prossima i Granduchi ospiteranno il Florentia. La classifica: Amatori Parma e Cavalieri Prato/Sesto 10 p.; Firenze 7; Costa Toscana, Perugia e Florentia 5; Romagna 4; Granducato Livorno*, Reggio E. e Modena 1. *Granducato sconta 4 punti di penalizzazione.
Le due squadre del Livorno Rugby under 14 – la maggiore, composta quasi esclusivamente da elementi del 2004, e la seconda, formata in larga prevalenza da giocatori del 2005 – hanno iniziato con il piede giusto i rispettivi campionati regionali. Nel campionato ‘1’, nel quale sono impegnate le maggiori dieci realtà regionali della categoria, la squadra biancoverde ‘A’ ha vinto 7-41 (1 meta a 7) sul terreno del Firenze’31 ‘A’. Sempre nel capoluogo gigliato, ma contro il Firenze’31 ‘B’, nell’ambito del turno di apertura del girone ‘2’, la giovanissima squadra del Livorno Rugby ‘B’ ha avuto la meglio per 12-22 (2 mete a 4). La squadra ‘A’ si è presentata con: Nanni, Lenzi, Niccolai, Freschi, Gambini, Bradac, Rossi (cap.), Isozio, Bianchi, Casini, Santuari, Brancoli, Tavella. Entrati anche Bruni, Giunta e De Ranieri. Partita a senso unico nella quale i livornesi hanno imposto il proprio ritmo, giocando costantemente in velocità. Labronici bravi nel mettere in atto quanto provato nel corso delle sedute settimanali. Brillante il lavoro effettuato in fase offensiva, ma soprattutto efficace la difesa pressante e continua. Una difesa che non ha lasciato spazi ad una squadra avversaria nettamente superiore a livello fisico. Questi, invece, gli elementi del Livorno ‘B’ protagonisti contro il Firenze’31 ‘B’: Bernocchi, Gizzarelli, Paglini, Morelli, Giordano, Grifoni, Mazzoni, Buda, Mannucci, Raffo, Migli, Coradeschi, Lubrani. Entrati anche Nicastro e Bianchini. Match giocato con grande agonismo da tutte e due le formazioni. Prima frazione caratterizzata da un grande equilibrio. Nella ripresa, sono i biancoverdi a prendere in mano la situazione: ospiti concreti e accorti, capaci di limitare al minimo gli errori e bravi nello sfruttare le occasioni a disposizione per segnare. Il primo novembre, a Prato, prima tappa del Superchallenge, la manifestazione che coinvolge, a livello nazionale, tutte le migliori realtà italiane. Il Livorno Rugby si presenterà all’importante appuntamento forte delle proprie caratteristiche: grande difesa e grande ritmo. Gli allenatori-educatori Massimiliano Ljubi, Alessandro Gragnani e Luca Isozio, estremamente soddisfatti delle risposte giunte finora e della serietà di tutti gli elementi in rosa, sperano di recuperare per il primo novembre qualche infortunato. Da quest’anno, il superchallenge si disputa con squadre da 15 giocatori e non più con 13: ci sarà spazio anche per due terze linee ali.
Il Livorno Rugby under 16 ha festeggiato l’esordio tra le mura amiche del ‘Maneo’ con un successo convincente e brillante. La squadra biancoverde, nel quadro della seconda giornata del girone del centro Italia del (durissimo) campionato elite di categoria, ha superato il temibile Modena 19-13. In classifica 4 punti per i labronici (che hanno siglato tre mete) e 1 punto per gli emiliani (che hanno limitato i danni, cedendo con un margine inferiore alle otto lunghezze; una meta siglata). Rispetto al match d’apertura del campionato (persa a Piacenza), il Livorno è parso in crescita di condizione. La sensazione è che questa squadra, composta da validi elementi nati nel 2002 e nel 2003, possa migliorare non poco nell’arco del torneo e togliersi non poche soddisfazioni. Bella la sfida con i pari età del Modena. I padroni di casa hanno sempre condotto nel punteggio, legittimando l’affermazione. Tomaselli sblocca al 4′ la situazione, segnando la prima meta del match e la successiva trasformazione: 7-0. Modena risponde con un piazzato: 7-3 al 18′. Seconda meta personale (18′) dello scatenato Tomaselli: 12-3 all’intervallo. Nella ripresa (3′) gli emiliani si riportano sotto con un nuovo penalty: 12-6. Il massimo margine dei biancoverdi giunge al 5′, con la meta di Gesi trasformata da Tomaselli: 19-6. All’8′ Modena realizza la meta trasformata del definitivo 19-13. La classifica dopo due giornate: Cavalieri Prato/Sesto e US Firenze 10 p.; Valnure/Lyons 9; Parma’31 e Amatori Parma 6; Livorno e Reggio E. 5; Modena 2; Perugia e Reno Bologna 0. I giocatori labronici vittoriosi contro Modena: Nanni, De Rossi, Mannucci, Eliseo, Angiolini, Tattanelli, Baldi, Lavorenti, Gesi, Tomaselli, Lampugnale, Cristiglio, Piram, Orsini, Barsotti, Bernardini, Gragnani, Nicastro, Danti, Tori, Vallati, Schillaci.
Brillante e rotondo il successo casalingo ottenuto della Costa Toscana under 18 ‘A’ nella seconda giornata del campionato d’elite di categoria, raggruppamento del centro Italia. La formazione allenata da Michele Ceccherini, Gianluca Barsacchi e Stefano Gesi, sul campo sintetico amico del ‘Maneo’ si è imposta con un perentorio 45-24 (7 mete a 4; 5 punti a 1 in classifica) sui coetanei del Modena. Una prova convincente per la Costa Toscana, che, come noto, è la Franchigia nata nell’estate del 2016 grazie al lavoro sinergico tra Livorno Rugby, Emergenti Cecina, Amatori Rosignano e Bellaria Pontedera. Nella rappresentativa ‘A’ – attiva nel campionato maggiore – militano quasi esclusivamente giocatori del Livorno Rugby. Gara intensa, nella quale tutti i giocatori della Costa Toscana ‘A’ sono parsi, rispetto all’amaro esordio della settimana precedente (sconfitta sul terreno del Florentia), in crescita di condizione. Partono meglio gli emiliani, che sbloccano il punteggio con una meta non trasformata: 0-5. Poi i locali prendono saldamente in mano le redini del gioco. Sanchez sigla due mete pressochè consecutive (una trasformata da Gesi), che consentono di rovesciare la situazione: 12-5. Altre due mete di Gesi – che poi arrotonda con le successive trasformazioni – permettono di allungare, di mettere ben presto in cassaforte il bonus-attacco e di chiudere la prima frazione in vantaggio 26-5. Ancora Costa Toscana in gran spolvero nella prima parte della ripresa: le tre mete di Piras – l’avanti vero trascinatore -, arrotondate da due trasformazioni di Gesi, fanno toccare il massimo divario sul 45-5. Il Modena, con caparbietà, riesce nel finale a realizzare tre mete (due trasformate), con le quali accorcia le distanze (gli emiliani, al pari degli antagonisti, si sono assicurati il bonus-attacco). Domenica prossimo derby al ‘Maneo’ la Costa Toscana ospiterà il Firenze. I giocatori utilizzati nel vittorioso confronto con Modena: Romano, Zannoni G., Politano, Pellegrini, Bagnoli, Gesi, Zannoni N., Piras, Saylon, Pardini, Sanchez, Freschi, Andreotti, Mattei, Campanile, Vellutini, Bargagli, Vargiu. La classifica: Amatori Parma e Cavalieri Prato/Sesto 10 p.; Firenze 7; Costa Toscana, Perugia e Florentia 5; Romagna 4; Granducato Livorno*, Reggio E. e Modena 1. *Granducato sconta 4 punti di penalizzazione.
CONDIVIDI SUBITO!