Cronaca 12 Dicembre 2018

Le email dal Comune potrebbero essere finite nella spam

L’Amministrazione comunale invita i cittadini che hanno pratiche in corso a controllare “SPAM”

MAIL DAL COMUNE: POTREBBERO ESSERE FINITE NELLA POSTA INDESIDERATA

Livorno, 12 dicembre 2018 – In questi giorni sono stati segnalati diversi casi di mancata ricezione di e-mail inviate dagli uffici comunali ai cittadini.  

Il problema può riguardare alcune e-mail inviate dal dominio di posta elettronica del Comune di Livorno (indirizzi del tipo ufficioxxx@comune.livorno.it).

Anziché finire nella cartella “posta in arrivo”, le mail provenienti dagli uffici comunali potrebbero essere state classificate dal sistema del destinatario come “spam”, cioè come posta-spazzatura, ed inserite nella relativa cartella di posta indesiderata.

Ciò si verifica perché, nei giorni scorsi, il servizio di posta elettronica del Comune, così come quello di altri enti e organizzazioni, è stato inserito da alcuni fornitori di posta nelle loro black list, in seguito all’invio di considerevoli quantità di mail-spazzatura da parte di “spammer” che si sono serviti di indirizzi del Comune di Livorno.

Nell’attesa che la situazione torni alla normalità, l’Amministrazione comunale consiglia ai cittadini che hanno pratiche in corso con il Comune (o che potrebbero ricevere comunicazioni in quanto hanno fornito agli uffici comunali il proprio indirizzo e-mail) di controllare, oltre alla cartella “Posta in arrivo”, anche la cartella “SPAM” (denominata talvolta “Posta indesiderata”), per vedere se vi si trovano mail erroneamente classificate come “spazzatura”.

Inoltre, soprattutto a chi ha maggiore dimestichezza con i programmi di posta elettronica, si consiglia di riclassificare manualmente come indirizzi attendibili gli eventuali indirizzi del Comune finiti nella cartella SPAM.

In caso di mail attese che non si trovano nemmeno nello spam (per esempio la comunicazione di avvio di procedimento dalla cui data partono gli effetti giuridici del cambio di residenza), trascorso un ragionevole intervallo di tempo si consiglia di rivolgersi agli uffici comunali.

CONDIVIDI SUBITO!