Cronaca 5 Gennaio 2018

Lega: “Ai sindacati il bacino in muratura non interessa”

“Ma tu dimmi cosa mi tocca leggere da parte dei miei amici della triplice sindacale. Si scagliano contro i ritardi nei lavori di ripristino dell’operatività dei due bacini e starnazzano di circa quattrocento nuovi lavoratori che potrebbero essere occupati, salvo poi parlare esclusivamente della struttura galleggiante e non ci ci vuole un grande esperto per capirne il motivo, il bacino grande in muratura a loro non interessa, dato che Azimut ha deciso diversamente e da lungo tempo e per questo basta dare una occhiata al bando di gara.
Infatti, nessuno di loro elevo’ una sia pure minima e timida voce di protesta , quando la società lascio’, si fa per dire, degradare la struttura in questione, dopo averla utilizzata per anni e mica con unità da diporto, no, con navi commerciali, tanto ancora le residenze ed il centro commerciale erano ancora da venire. Naturalmente, come fece il suo ingresso la Lega delle Cooperative , il bacino venne messo a secco ed occupato con due relitti e gradualmente smantellato.
Dimenticano che quando Nebbiai ritorno’ da Firenze tutto sorridente e saltellante, sembrava Heidi, con la notizia che Rossi aveva scelto Livorno come sede di demolizione della Concordia, il primo a dire niet fu l’allora capo del sindacato rosso, il buon Strazzullo, e tutti zitti, enti ed istituzioni, Cosimi si comporto’ da novello Pilato < si , però, va bene , ma> insomma una cosa vergognosa ed una montagna di milioni di euro si diresse verso Piombino.
Con quell’ingente finanziamento gratis, è bene ricordarlo, avremmo potuto, tra le altre cose, dragare i benedetti fondali e ripristinare l’efficienza del bacino in muratura, visto che né Autorità Portuale , né magistratura, avevano mai imposto la sua riparazione all’unico, vero responsabile dell’attuale stato di degrado della struttura. Qualcuno potrebbe pensare toh , finalmente i sindacati si sono svegliati, hanno capito i loro grossolani errori ed ora vogliono rilanciare il settore delle riparazioni navali, figuriamoci, nulla di tutto questo.
Questi signori sono preoccupati per la messa in mare di tre grandi yacht di Azimut, signore e padrone di quell’area portuale e se ne fregano della navalmeccanica, quella vera, quella cioè dedicata alle unità commerciali che i quattrocento posti di lavoro li procurava sul serio. Ma questa gente il senso del ridicolo , mai?”
Lega Nord -Bruno Tamburini
CONDIVIDI SUBITO!