Cronaca 29 Aprile 2019

Lega sui rave party: “Tentativo di minimizzare da parte della sinistra”

Livorno – “Nonostante i tentativi di minimizzare, se non di normalizzare, i rave party da parte dei candidati di sinistra (per i quali sono come un’opportunità di turismo e una gioiosa per quanto “vivace” manifestazione giovanilistica), la notizia del giorno dopo è di quelle che ancora una volta rivela la triste realtà di questi interessati luoghi comuni.

Il tentativo di omicidio da parte di un partecipante al rave di Stagno, nei confronti del DJ “amico”. Venivano entrambi da quella nottata di sballo, in ambiente non attrezzato per raduni di migliaia di persone, abusiva, senza alcuna autorizzazione.

L’unica voce che si è levata per questi incontri all’insegna del nulla, del degrado e dei paradisi artificiali (che per la sinistra sono diritti civili intoccabili) è stata ancora una volta quella del vescovo di Livorno Mons.Giusti, che non possiamo non condividere ed a cui va il nostro plauso, per chiarezza e coraggio.

Qualcuno, poi, ha cercato di distrarre l’attenzione dalla realtà, parlando di musica techno, quando invece certe feste sono per molti giovani solo un pretesto per alienarsi. Una “isola che non c’è” in cui l’unico fine è lo sballo fine a se stesso.
Il mausoleo del lavoro livornese, la ex TRW, una industria in cui la produzione era la linfa, ora è diventata il teatro dell’annichilimento.

E sarà forte la nostra azione di governo contro il bluff della droga. Veleno sociale pompato silenziosamente dai silenzi ideologici di taluni, che ha rovinato e rovina troppi giovani e troppe famiglie.
Luca Tacchi – Lega Giovani Livorno
Massimo Ciacchini – Lega Collesalvetti

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione