Ambiente 23 Aprile 2022

Legge regionale 92, comitati e associazioni chiedono il ripristino dei vincoli di valutazione ambientale

COMITATI E ASSOCIAZIONI CONTRARI ALLA PROPOSTA DI LEGGE  REGIONALE 92/2021.

SI CHIEDE LO STRALCIO DEL PUNTO 5 BIS E DELL’ART. 2 BIS

Livorno 23 aprile 2022

Appellandosi alle disposizioni di ‘semplificazione’ legate alle scadenze relative all’applicazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR),  sedici consiglieri di maggioranza della Regione Toscana (PD), nel dicembre 2021, avevano presentato al presidente del Consiglio Regionale la proposta di legge (92/2021), che inevitabilmente sarà volta a rendere inefficaci gli istituti della valutazione degli impatti ambientali e della partecipazione, nella realizzazione delle opere pubbliche e private, con particolare riferimento agli articolati di legge n. 10/2010 e n. 65/2014.

Questi articoli, invece, sono di estrema importanza, perché regolano le norme in materia di valutazione ambientale strategica (VAS), di valutazione di impatto ambientale (VIA); di autorizzazione integrata ambientale (AIA) e di autorizzazione unica ambientale (AUA).

 

Norme che ovviamente forniscono ai cittadini una maggiore garanzia per il governo del territorio e il rispetto dei principi di correttezza e massima trasparenza nella realizzazione di opere pubbliche e private di qualsiasi genere.

Oggi la proposta di legge è in discussione al Consiglio Regionale della Toscana.

I membri del  CCA dbr (*), unitamente al Coordinamento Ambientalisti della Versilia (**), preoccupati della situazione, chiedono con urgenza agli organi competenti della Regione Toscana che vengano cancellate dalle ‘considerazioni’ della proposta di legge 92/21,  il punto 5 bis, e l’articolo 2  bis, per la tutela e la conservazione delle risorse ambientali.

 

CONDIVIDI SUBITO!
@labrolens · Negozio di occhiali da sole e da vista
Inassociazione
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua