Basket 2 Febbraio 2018

Libertas basket, fiducia a Pardini e nuovo inserimento classe’97

Ottimi risultati dell’Under 20 che si aggiudica anche il derby col Don Bosco

.

Parla Chiacig: “Credo in questa squadra” e “Omegna? Tutto è possibile”

“Dall’alto dei suoi 210 centimetri e soprattutto dall’alto di un’esperienza che lo ha portato, nel corso di una splendida carriera, anche a vincere, con la maglia dell’Italia, la medaglia d’oro agli europei di Francia 1999 e l’argento olimpico ad Atene 2004, Roberto Chiacig è consapevole che la stagione della Libertas Livorno non è compromessa ed anzi può riservare d’ora in poi piacevoli soddisfazioni. Il carismatico pivot – che lo scorso primo dicembre ha compiuto 43 anni – chiede a tutti quanti i suoi compagni quel nuovo sforzo che potrebbe aprire scenari migliori. “In queste quattro partite di gennaio – dice ‘Ghiaccio’ – la nostra squadra ha compiuto due passi in avanti. Contro San Miniato, Varese, Cecina e Pavia abbiamo perso, ma sempre con margini piuttosto esigui, rimanendo in corsa fin quasi alla fine. Ora dobbiamo compiere altri due passi in avanti per migliorarci ulteriormente e centrare la prima vittoria. Siamo tutti concentrati per dare la caccia al nostro obiettivo, rappresentato dalla salvezza”. Chiacig, suo malgrado, per problemi legati alla mancata idoneità agonistica, ha ‘saltato’ tutto il girone d’andata ed ha potuto esordire con la canotta gialloblù solo nel primo impegno di campionato del 2018. “Quello che è successo nella prima parte dell’annata, conta poco. E’ chiaro che, dopo una lunga inattività, diventa difficile tornare subito al top della forma. Domenica scorsa, ad esempio, contro Pavia, ho faticato a trovare buone soluzioni in attacco. Ma al di là delle mie prove personali, dovevamo mettere nel conto che con una squadra composta da nuovi elementi sarebbe stato problematico, per tutti, rendere subito al massimo. Con il trascorrere delle giornate, delle partite e degli allenamenti, il nostro gioco d’assieme e la condizione di noi ‘nuovi’ migliorerà. Sappiamo che non mancano tante gare alle fine della regular season (11, ndc), ma abbiamo la possibilità di compiere quei due passi in avanti per centrare l’obiettivo. Sono fiducioso. Se non avessi avuto fiducia in questa società ed in questa squadra, non sarei neppure venuto a Livorno….”. Dietro l’angolo una trasferta da far tremare i polsi. Sabato alle 21 la Libertas giocherà a Verbania sul terreno della capolista Paffoni Omegna (arbitri Riccardo Spinello di Marnate e Michel Bavera di Desio). “Nulla – tuona Chiacig – è impossibile. Omegna è un’ottima formazione e non certo per caso occupa la prima posizione. Noi però non ci sentiamo battuti in partenza. Andiamo a giocare la nostra onesta partita, senza fare calcoli, né con l’intento di risparmiarci”. Quattro giorni dopo, mercoledì 7 ci sarà, alle 20,30 l’incontro casalingo con il Computer Gross Empoli e poi sabato 10 alle 21 la trasferta con il Super Flavor Milano. “Sarà una settimana davvero intensa, con tre partite così ravvicinate. Noi, però, dobbiamo concentrarci partita per partita, senza guardare il calendario. Se riusciamo a compiere il salto di qualità (e ci manca ancora poco) possiamo cogliere i primi punti in classifica: rompendo l’incantesimo, la strada verso la salvezza diventerebbe praticabile”. Se a dirlo è un giocatore che ha fatto la storia del basket italiano, c’è da crederci. E a credere nella salvezza è chiamato tutto l’ambiente. In fondo il disavanzo dalla zona playout è esiguo: il Moncalieri, penultimo in graduatoria dista solo 6 lunghezze e deve ancora essere affrontato (al PalaMacchia). Se dopo le prime tre partite del mese di febbraio, il ritardo in graduatoria dalla squadra piemontese sarà rosicchiato, gli scenari cambierebbero di colpo. “Niente calcoli – ammonisce ancora ‘Ghiaccio’ – solo tanto lavoro e tanta testa”.


Nuovo acquisto: già da sabato a Omegna in  campo Vincent Okon

“Colpo della Libertas Livorno: la società gialloblù si è assicurata le prestazioni della guardia-ala Vincent Okon, classe ’97, reduce dalle esperienze di Anagni, Ferentino, Cerignola, Orvieto, Viterbo e Scauri. Il suo innesto rappresenta l’ennesimo segnale da parte del sodalizio labronico, desideroso di giocare fino in fondo le proprie carte per raggiungere l’obiettivo salvezza. Okon è una guardia-ala completa, di grande atletismo, forte a rimbalzo. Arriva a Livorno in buonissime condizioni, dopo aver disputato, nella prima parte della stagione, con la maglia di Scauri (serie B, girone D), 13 partite. Un giocatore giovane ed affidabile. Salvo improbabili intoppi burocratici, Okon sarà regolarmente a disposizione di coach Gabriele Pardini già da sabato sera (ore 21), in occasione della partita del PalaBattisti di Verbania contro i locali del Paffoni Omegna, squadra prima in classifica”.

 


Under 20, La Libertas si aggiudica con 19 punti di vantaggio il derby col Don Bosco

 

Brillante e preziosa affermazione ‘esterna’ della Libertas Livorno under 20 nel derby con i pari età del Don Bosco Livorno. I ragazzi di coach Stefano Menichetti collezionano un’altra bella vittoria e restano saldi sul secondo gradino della classifica, in scia a soli due punti dall’imbattuta capolista Carrara. Il risultato di 62-81 fotografa, anche nelle dimensioni, l’andamento della sfida e testimonia la superiorità esibita dai gialloblù, trascinati dal terzetto Pantosti-Granchi-Vukoja (autori in tutto, di ben 66 punti, cioè più del bottino globale degli avversari). Da sottolineare anche la duttilità sotto i tabelloni di Bianchi (per lui 12 rimbalzi e 4 stoppate). La Libertas trova l’approccio giusto alla gara e raggiunge già i 7 punti di vantaggio al termine del primo quarto (15-22). Pantosti e soci scavano un ulteriore solco e toccano le 15 lunghezze di margine all’intervallo lungo (28-43 al giro di boa dell’incontro). I padroni di casa del Don Bosco non demordono e nel terzo periodo si riportano sotto, fino al meno 6. Libertas lucida negli ultimi minuti del terzo segmento di partita, che termina sul 43-54. Il cospicuo vantaggio viene poi incrementato e gestito serenamente fino alla fine dell’ultimo quarto, raggiungendo il +19 alla sirena. Soddisfatti della serietà dei ragazzi e del loro rendimento appaiono il tecnico Stefano Menichetti ed il suo vice Stefano Malandra. Continuando su questa strada non mancheranno altre soddisfazioni anche nelle prossime uscite ufficiali.
DON BOSCO LIVORNO – LIBERTAS LIVORNO 62-81
Il tabellino della Libertas: Granchi 20, Bianchi 6, Pantosti 28, Vukoja 18, Mangoni 6, Terreni, Maltinti, Durante 2, Potenza F. 1, Potenza G. Sfregola, Caciagli. All. Menichetti. Vice all. Malandra. Parziali: 15-22, 28-43, 43-54.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento