Basket 27 Novembre 2017

Libertas sconfitta a Oleggio. “Limitare i danni e rimanere a ridosso della zona playout”

LIVORNO.
In questo momento l’importante, per la Libertas Livorno, è ‘limitare i danni’ e rimanere, in classifica, a ridosso della zona playout.
A ben guardare, nonostante le dieci sconfitte rimediate nelle prime dieci giornate, il ritardo della neo-promossa formazione gialloblu dalla squadra penultima in classifica – il Moncalieri – è sempre ridotto a soli due punti. Anche la partita giocata in questo sabato sera di fine novembre, sul parquet del PalaEolo di Castelletto Ticino, contro i locali della Mamy.eu Oleggio, non ha regalato soddisfazioni ai labronici, che però, grazie agli imminenti innesti di due esperti centri di spessore (a giorni sono previste novità ufficiali), possono guardare al futuro con un certo ottimismo.
I ragazzi allenati da coach Gabriele Pardini hanno ceduto in terra piemontese, al cospetto di una solida realtà della categoria (l’Oleggio ha i mezzi per ben figurare anche nei playoff) 101-70; il passivo non rende giustizia agli ospiti, che, almeno nei primi 30′, sono rimasti in gara (70-55 al termine del terzo quarto). Alla distanza, la panchina corta, la stanchezza di atleti che hanno tirato la carretta (40′ filati per Bastoni, Giampaoli e Mastrangelo, 36′ per Ciampaglia) e l’infortunio del lungo Giorgi (per lui solo 19′ di sudore, prima di dover abbandonare, a metà incontro, il campo per un noioso problema al dito di una mano) hanno costretto i libertassini ad allentare la presa. Oleggio, con cinismo, ha approfittato delle difficoltà degli antagonisti per siglare nell’ultimo parziale 31 punti e scavare il definitivo solco.
In contemporanea, nel derby piemontese, Alba ha superato 58-54, allo sprint, il Montichiari, che così resta inchiodato a quota 2 punti. Grazie alla formula del torneo, che concede, alle squadre di coda, prove d’appello per evitare la retrocessione (solo l’ultima retrocede direttamente; playout per le compagini che si piazzeranno tra la quint’ultima e la penultima piazza), le possibilità per la Libertas di evitare la retrocessione restano concrete. Oltre a ‘limitare i danni’, sarà importante ora inserire negli schemi i due ‘nuovi’ lunghi (che potranno esordire in campionato solo dopo Natale) e gettare le basi per un girone di ritorno sugli scudi.
Smaltita la delusione per una sconfitta, quella con Oleggio severa, ma da mettere abbondantemente in preventivo, i gialloblu devono concretrare i propri sforzi in vista di tre gare ravvicinate, particolarmente delicate. Domenica 3 dicembre, i livornesi ospiteranno Montichiari, poi giovedì 7 sfida esterna al PalaRuffini di Torino contro Alba e domenica 10 match interno con San Giorgio su Legnano. Nel giro di otto giorni, sono in programma tre sfide con dirette concorrenti della zona calda della classifica. In questa fase centrale della regular season, la lotta salvezza, nella serie B, girone A, entra nel vivo.
Il tabellino del match di questo sabato sera al PalaEolo.
Mamy.eu Oleggio – Libertas Livorno 101-70 (24-18, 28-17, 18-20, 31-15)
Mamy.eu Oleggio: Edoardo Gallazzi 19 (4/8, 3/9), Shaquille Hidalgo 18 (7/14, 0/1), Penny Hidalgo 18 (5/6, 2/5), Stefano Colombo 16 (8/11, 0/0), Alessandro Spatti 11 (3/4, 1/1), Marco Calzavara 7 (1/4, 1/4), Matteo Lo biondo 7 (2/3, 1/2), Gianmarco De vita 3 (0/0, 1/2), Giulio Marotto 2 (0/1, 0/1), Federico Barcarolo 0 (0/1, 0/0), Marco Corti 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 14/20 – Rimbalzi: 49 (18+ 31)
Libertas Livorno: Daniele Mastrangelo 19 (8/16, 0/10), Andrea Giampaoli 18 (3/3, 4/11), Alessandro Ciampaglia 15 (5/10, 0/1), Fabio Bastoni 10 (4/7, 0/0), Gianluca Giorgi 5 (2/5, 0/1), Filippo Batori 2 (1/2, 0/0), Marco Brunelli 1 (0/1, 0/0), Lorenzo Mangoni 0 (0/0, 0/0), Marco Ferretti 0 (0/1, 0/0), Alberto Bernardini 0 (0/0, 0/0), Maurizio Pantosti 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 12/24 – Rimbalzi: 25 (6+19).
Foto in copertina: il Play classe 1990 della Libertas Livorno Andrea Giampaoli.
CONDIVIDI SUBITO!