Cronaca 6 Novembre 2020

Licenziamenti nel settore igienico ambientale, Usb proclama lo sciopero del settore

Licenziamenti in AVR, dal Comune e Aamps ancora nessun intervento. Usb proclama sciopero in tutto il settore di igiene ambientale

 

Livorno 6 novembre 2020

Il comunicato del sindacato Usb Livorno:
E’ passato circa un mese da quando la società AVR Spa ha licenziato un delegato sindacale utilizzando motivazioni, da noi giudicate:

false e strumentali.

 

Oltre a lui anche un altro lavoratore è stato allontanato sempre con motivazioni pretestuose.

A Pisa sono tre i sindacalisti e delegati licenziati.

Stiamo parlando di una società che non paga sistematicamente ai lavoratori alcune spettanze come il TFR e il fondo Unisalute. Inoltre AVR molto spesso corrisponde gli stipendi in ritardo.

Come USB avevamo chiesto un intervento deciso da parte della nostra amministrazione Comunale e di Aamps.

Stiamo per sempre parlando di una società che gestisce un servizio pubblico in appalto.

E’ giusto che possa fare quello che vuole?

Purtroppo il Comune non ha ancora fatto nulla per tutelare i lavoratori che rimangono ancora fuori dall’azienda e senza, oltretutto neanche il TFR visto che la società ha deciso di trattenerlo.

Il nostro delegato è stato l’unico che in questi mesi ha avuto il coraggio di denunciare questa situazione e l’iniziale assenza di dispositivi di protezione all’interno del cantiere.

Fu uno degli operatori che  contrasse proprio il Covid sul posto di lavoro.

Questo è il ringraziamento da parte di AVR.

Per questi motivi l’Unione Sindacale di Base ha concluso, in data odierna, la procedura di raffreddamento e a breve annuncerà la data per il primo sciopero che si svolgerà in contemporanea sia in AVR che nella società Aamps.

Quel giorno organizzeremo anche una grande manifestazione davanti al Comune di Livorno alla quale chiediamo la partecipazione di tutti i lavoratori e simpatizzanti.

Vogliamo il reintegro immediato dei lavoratori licenziati”.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento