Rugby 28 Novembre 2022

Livorno Rugby under 17, altro successo e primo posto a punteggio pieno nel proprio girone élite

Livorno 28 novembre 2022

Con un crescendo rossiniano esaltante, culminato con una seconda parte della ripresa ricca di sostanza e concretezza, l’under 17 dell’Unicusano Livorno Rugby vince anche a Cremona, contro la temibile squadra dei pari età locali della Omnia Piacenza.

I biancoverdi allenati da Riccardo Squarcini, Alessandro Borgiotti e Gianni Carugi si sono imposti 36-17.

Sei le mete siglate dagli ospiti, che dunque oltre ai quattro punti relativi al successo si sono garantiti anche il bonus-attacco.

Nessun punto in classifica per gli emiliani, battuti con un margine superiore alle sette lunghezze e a bersaglio con ‘sole’ due mete.

La formazione labronica, composta da validi elementi nati negli anni 2006 e 2007, è prima nella graduatoria del suo girone élite con 15 punti in tre gare.

Nelle precedenti due fatiche del torneo, i livornesi avevano liquidato in modo davvero netto (50-0 e 45-10) il Pesaro e i Lyons Piacenza (in trasferta e in casa).

Al termine di questa fase, le migliori otto squadre nazionali (le vincenti di ciascun girone, composto da otto formazioni, e le due migliori seconde) daranno vita alla final-eight per il titolo tricolore.

Un titolo nazionale sfiorato nella scorsa stagione dagli under 17 biancoverdi (nell’annata 2021/22 la categoria era riservata ad elementi nati negli anni 2005 e 2006): il secondo posto ha  meritato un ampio spazio nel libro Biancoverdi in meta – La storia del Livorno Rugby 1931, uscito nei giorni scorsi e a disposizione degli sportivi in segreteria e in occasione delle gare interne della prima squadra.

A Cremona, Unicusano in campo con:

Casini; Lottini, Bianchi, Marchi Taratufolo; Celi, Parri; Pirrone, Favilli, Caratori; Autorino, Fiori; Marianelli, De Rossi, Tosi. Entrati Norfini, Bargagna, Brogi e Nanni.

In panchina: Balduini, Biondi e Stefanini. Primo tempo chiuso sul 12-10 per gli ospiti, a bersaglio con le mete di Casini e Taratufolo, condite da una trasformazione di Celi.

Per i piacentini una meta e cinque punti di piede. Nella ripresa, per i labronici, altre due mete del trequarti Taratufolo, una di De Rossi ed una di Tosi. Due le trasformazioni di Celi.

Per i padroni di casa una meta tecnica. Partita tesa, con cambi di attacco repentino da una parte all’altra, caratterizzata da break e controbreak. 17-17 in avvio di secondo tempo. Poi il definitivo e splendido allungo dei livornesi.

 

CONDIVIDI SUBITO!
Inassociazione