Disabilità 15 maggio 2019

Lo sport inclusivo sulla cresta dell’onda, Massimiliano Mattei agli europei di surf

Lo sport inclusivo sulla cresta dell’onda.

Dal 20 al 26 maggio si svolgeranno a Viana do Castelo in Portogallo i primi Europei di Adaptive Surf, evento storico per l’Europa e per la storia del surf adattato. 

Quattro gli azzurri che rappresenteranno l’Italia: 

Massimiliano Mattei atleta livornese già detentore di 2 medaglie conquistate agli ISA world Adaptive Surfing Championship – i mondiali per atleti con disabilità organizzati dall’ISA, International Surfing Association, lungo le coste di La Jolla nella contea di San Diego – un 4°posto nel 2017 ritagliandosi così un posto nella storia dell’adaptive surf e una medaglia di bronzo nel 2018. Gareggerà nella categoria AS4 prono non assistito.

Lorenzo Bini, atleta fiorentino, oltre al surf coltiva da sempre la passione per il nuoto, riportando anche in questa disciplina ottimi risultati: a marzo ha vinto un argento agli italiani assoluti invernali di nuoto paralimpico nei 50 m dorso. Al suo attivo ha già due partecipazioni ai mondiali di adaptive surf nella squadra azzurra, gareggerà per la categoria AS5 proni assistiti: ad assisterlo tra le onde dell’oceano ci sarà Tommaso Pucci, toscano anche lui, ed istruttore di surf e sup (Stand up paddle).

Matteo Fanchini, atleta non vedente di Arona, con la squadra Nazionale Paralimpica Italiana di sci nautico ha fatto incetta di medaglie ai campionati europei svoltisi in Francia. Detiene due partecipazioni (2017 e 2018) agli ISA World Adaptive Surfing Championship. Gareggerà nella categoria blind division.

Chantal Pistelli McClelland, atleta pisana, campionessa mondiale di windsurf conquistando il 3°posto alla prima regata al mondo di windsurf per persone con disabilità nel 2016, oggi sfida le onde con l’adaptive surf facendo già la storia per essere la prima donna in Italia a partecipare a una competizione sportiva in questa disciplina adattata. Gareggerà nella categoria AS1 sfidando sia donne che uomini.

Tre atleti di questi, Lorenzo, Chantal e Massimiliano fanno parte dell’associazione Happy Wheels asd che ha al suo interno il progetto Surf4All, con Presidente proprio Massimiliano Mattei. Surf4All è la prima scuola di Adaptive Surf in Italia e ha sede operativa al Bagno degli Americani a Tirrenia. Incentrata sullo sport inclusivo questa scuola si pone l’obiettivo di rendere pratiche sportive come il surf e il sup senza barriere e pregiudizi, dedicandosi sia a persone normodotate che a persone diversamente abili.

Sabato 18 il team azzurro partirà per il Portogallo in vista della gara che si svolgerà dal 21 al 26 maggio. 

(In foto da sinistra Lorenzo Bini, Chantal Pistelli McClelland, Massimiliano Mattei e Matteo Salandri, ragazzo ipovedente di Roma che ha mancato per un soffio la convocazione agli Europei, ma anche lui fa parte dell’associazione Surf4All)

Ragazzi questi che puntano a un grande obiettivo, le Olimpiadi di Surf adattato del 2024 auspicandosi nel mentre una crescita e sempre più interesse verso questo sport.

Sono abituati nella vita ad affrontare i propri limiti con coraggio e tenacia, “nel surf ci vedo un po’ la metafora della vita…dalla remata contro corrente per arrivare al tuo primo obiettivo, la line up, al momento dell’attesa nel quale raccogli le tue energie tra paure e speranze, all’attimo nel quale dai tutto te stesso per cercare di prendere la tua occasione, poco importa se poco dopo cadrai o resterai in piedi, sii sempre pronto a rimontare sulla tavola e ricominciare, perché con la determinazione e forza di volontà la tua onda prima o poi arriva” afferma Chantal. 

E questi atleti hanno già vinto per il loro modo di vivere la vita e l’impegno nel voler trasmettere questa energia anche ad altre persone. 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento