Collesalvetti 24 gennaio 2019

M5S Collesalvetti, progetto case popolari a rischio: “Ripicche e prese di posizione politiche?”

“In forse il progetto per la costruzione di case popolari a Collesalvetti. Ripicche e prese di posizione politiche?

Il progetto per la costruzione di 33 nuovi appartamenti  ERP (Edilizia Residenziale Pubblica) nel territorio del Comune di Collesalvetti in località Vicarello, finanziato interamente dalla Regione, rischia di saltare per un mancato accordo nella stesura di una convenzione tra i Comuni di Livorno e Collesalvetti. Ma vediamo come sono andate le cose. 

Nel lontano Marzo 2006 CasaLP SpA e il Comune di Collesalvetti trovano l’intesa su un progetto da effettuare sul territorio del comune di Collesalvetti. Quest’ultimo si impegnava a cedere, con il solo diritto di superficie, un’ area PeeP (Piano edilizia economica popolare) nella frazione di Vicarello a CasaLP, per poi poter costruire un complesso di 30 alloggi destinati alla vendita.

Con la vendita e il relativo incasso di questi alloggi CasaLP si impegnava, a sua volta, a costruire su un’ area di sua proprietà in Collesalvetti in via del Valico a Pisa, un intervento di altri 16 alloggi da cedere poi in affitto a canone concordato.

In base a questo accordo CasaLP paga quindi circa 270.000 €uro al Comune di Collesalvetti per i diritti di superficie, iniziando però subito la costruzione dei 16 alloggi in Via di Valico a Pisa per accorciare i tempi di tutta l’operazione visto che la costruzione dei 30 appartamenti a Vicarello aveva dei ritardi ”tecnici” dovuti alle numerose richieste di modifica di alcuni aspetti urbanistici.

I 16 alloggi a Collesalvetti invece vengono consegnati al Comune nel 2013 e sono attualmente ceduti dallo stesso in affitto a canone concordato. 

Quindi, ricapitolando, CasaLP porta a termine la parte finale dell’operazione (Collesalvetti) mettendo soldi del proprio bilancio senza aspettare la costruzione,  la vendita e i ricavi degli appartamenti di Vicarello.

Arriviamo quindi a Febbraio del 2014. Nessun lavoro ancora iniziato sul terreno di Vicarello e nessun progetto ancora approvato. CasaLP chiede al Comune di Collesalvetti la vendita del terreno in modo da diventarne effettivo proprietario visto che non ha più senso tenere un diritto di superficie che ha una scadenza per poi tornare al comune di Colle. La richiesta viene accettata ed il Comune di Collesalvetti incassa altri 822.000 €uro!

Subito dopo l’acquisto però, CasaLP (forse in ritardo?)si accorge che il mercato immobiliare è crollato e quindi abbandona il progetto. Il nuovo CDA insediatosi in CasaLP, si trova questo progetto tra le mani e richiede un analisi di fattibilità. Il vecchio progetto non sta più in piedi ! L’analisi chiaramente è negativa. All’interno di questa analisi ci sono varie possibilità di sfruttamento del terreno ma qualsiasi soluzione non è percorribile economicamente.

A questo punto CasaLP si rende disponibile a mettere a disposizione l’area e il progetto a comuni soci affinché sia richiesto alla regione di rientrare nei fondi della ex L.560/93**, nell’ambito del POR (Programma Operativo Reinvestimento). Visto l’importo necessario per la realizzazione dell’intervento, se ne conviene che questo sia attuato a livello intercomunale Livorno/Collesalvetti cosi ripartito: 21 alloggi a Livorno e 12 a Collesalvetti, previa stipula di apposita convenzione fra le due amministrazioni.

Arriviamo ad oggi.
I primi mesi del 2018, CasaLP prepara una convenzione tra i due Comuni, convenzione composta da 5 articoli di cui 4 scritti e condivisi dai due Comuni. Manca però il 5° articolo che CasaLP non può scrivere in quanto “politico”, in tale articolo si dovrebbe specificare come attingere dalle graduatorie, le spese, ed altro.

Ad oggi, però, i due Comuni non riescono a mettersi d’accordo con il rischio che il progetto decada ed il Comune di Collesalvetti rimanga per altri anni con quel terreno incolto e 12 famiglie colligiane e 21 Livornesi, che non potranno usufruire del diritto ad avere un alloggio popolare.

Non comprendiamo come un’ amministrazione, di qualunque colore sia, possa rischiare di veder cancellato un progetto di questa portata.

Il Comune di Collesalvetti, con la cessione del terreno ha ricevuto molto a cominciare dai 270.000 € per il diritto di superfice, i  16 alloggi che cede in affitto concordato e gli ulteriori 822.000 €uro nel 2014 per la vendita definitiva del terreno. Ora l’ulteriore possibilità di poter disporre di 12 alloggi di edilizia popolare. 

Certo un buon affare!!
A Collesalvetti potrebbe accadere una cosa che difficilmente si può ripetere in altre città, la costruzione di 33 nuovi alloggi popolari (20 a famiglie di Livorno e 12 a famiglie di Collesalvetti) in un momento di gravi difficoltà economiche per i comuni che non riescono a dare risposte adeguate alla sempre più incessanti richieste di aiuto da parte dei propri cittadini. E’ un’occasione che non possiamo in alcun modo perdere!

Il Gruppo Consigliare del Movimento Cinque Stelle di Collesalvetti, sta’ cercando di mediare tra i due Comuni anche perché non si evidenziano ostacoli insormontabili per la stesura di una convenzione tra le due parti. Certo, ci vuole dialogo e volontà di portare a termine il progetto. Cosa che al momento sembra non esserci.

Riusciremo a dare una forte risposta a quell’emergenza abitativa che oramai è tragedia giornaliera?
Ma quali sono i reali motivi che portano a questo stallo? Politici? Campanilismo?
Non ci vogliamo credere.

Chiediamo quindi, a gran voce , di avere una risposta immediata dai tre soggetti coinvolti in questa commedia al fine che questo progetto venga portato a termine e che dei nostri concittadini ma anche alcuni cittadini di Livorno , possano usufruire di questa opportunità”.

Movimento 5 Stelle Collesalvetti, 
gruppo consiliare.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento