Politica 13 Giugno 2021

M5S: “Salvetti auto-promuove se stesso e la sua giunta”

 

stella sorgente consigliere comunale m5s (2)

Stella Sorgente, consigliere M5S

Livorno 13 giugno 2021

Qui di seguito un comunicato del Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle sui 10 punti indicati da Salvetti nella conferenza stampa per la fine del secondo anno di mandato

“Salvetti auto-promuove se stesso e la sua giunta”.

“In questa frase del giornalista del Tirreno è ben sintetizzato  il modus “presentandi” di Salvetti e della sua giunta.

Ma siccome due descrizioni sono meglio, noi proponiamo la nostra rispetto ai dieci punti di Salvetti.

Ed inoltre, come mai non ha inserito la Fortezza, quello che fino a ieri presentava come un capolavoro? 

1) Next Generation e Recovery Plan.

Al di là dei paroloni: i progetti sono stati finanziati o si parla del nulla?

Perché c’è una bella differenza fra annunciare progetti finanziati e annunciare progetti presentati al Governo, alcuni dei quali provengono dalla precedente Amministrazione.

Ecco, stiamo parlando di progetti presentati.

2) Risposta dell’Amministrazione all’emergenza Covid-19

Su 5,3 milioni di avanzo libero che sarebbero stati disponibili ORA in bilancio, la Giunta ha deciso di destinare solo 400 mila euro per contributi alle imprese in difficoltà. Un po’ poco..

3) Chiusura anticipata del concordato Aamps e ingresso in Reti Ambiente

La chiusura anticipata del concordato era già, per noi, ampiamente prevista. La vera notizia è che Salvetti provi ad intestarsi quasi il salvataggio di Aamps.

Su Reti Ambiente, menomale che qualcuno ha lavorato affinché fosse un’azienda tutta pubblica, sventando l’ingresso dei privati, ma temiamo che diventi comunque un grande carrozzone in cui le aziende dei rifiuti confluiscono, allontanando il servizio dal controllo dei territori.

D’ora in avanti, ai cittadini che si lamentano dei disservizi sui rifiuti, il Sindaco potrà rispondere come ha fatto con il PD: “Chiedetelo a Retiambiente”?

4) Restituzione della Torre della Cigna

Ci ricordiamo tutti della bombonieristica narrazione della liberazione/restituzione della Torre della Cigna presentato come un modello unico in Italia.

Di unici restano i 300.000 € che la proprietà della Cigna, che evidentemente aveva già lucrato abbastanza sulla situazione, ha messo a disposizione del Sindaco per un progetto di messa in sicurezza delle famiglie, visto che Salvetti non riusciva a rispettare i tempi di liberazione che lui stesso aveva definito.

Forse il Sindaco dimentica che l’assessore al sociale Raspanti sentì addirittura il bisogno di specificare che “questo progetto non istituisce una corsia preferenziale per l’accesso all’Erp”.

Chiamalo modello.

5) Adozione del nuovo Piano di Protezione Civile Comunale

L’approvazione del Piano di protezione civile, da dichiarazioni e dello stesso Salvetti, doveva essere prevista a fine 2019. Ricordiamo che appunto si tratta solo di “adozione” da parte della giunta e che il nuovo piano deve passare dal Consiglio comunale, ma i consiglieri ad oggi non l’hanno neanche ricevuto. Speriamo che almeno i comitati interessati abbiano potuto leggerlo.

6) Approvazione del Pums

Il Pums è un libro dei sogni dell’Assessora Cepparello, denso di progetti di difficile realizzazione, dal momento che non si riescono neanche a risolvere i più elementari problemi: in tema di TPL, ad esempio, bisognerebbe semplicemente che fosse dato mandato alla Polizia Municipale di intervenire nelle 4 vie principali di scorrimento dei bus, dove regna l’anarchia più totale delle auto e creare delle nuove corsie preferenziali.

L’approvazione del PUMS per ora si è tradotta soltanto in una immediata pitturata alle strade, disegnando corsie ciclabili di dubbio buonsenso, in alcuni casi addirittura cancellando piste ciclabili, assai più sicure.

 

7) Realizzazione della scuola volano e manutenzione degli edifici scolastici

La scuola volano doveva essere pronta nel febbraio scorso.

Siamo a giugno e il Sindaco dà la colpa al COVID perché non è ancora pronta. Nonostante abbia “poteri commissariali” sull’edilizia scolastica, gli interventi vanno a rilento:

in particolare la nuova scuola di Via Coltellini e quella in Via Bois, progettate e finanziate durante l’Amministrazione 5 Stelle non hanno ancora visto la luce.

Quanto alle manutenzioni ordinarie, menomale si sono accorti che in bilancio c’erano troppe poche risorse (un taglio del 30%) e hanno integrato i soldi con l’ultima variazione di bilancio!

Sono le nostre continue segnalazioni in commissione bilancio ad aver fatto effetto, oppure si stanno accorgendo che le scuole hanno bisogno di risorse vere e non di discorsi?

8) Mascagni Festival

I soldi per questo festival sono all’interno dei 700 mila euro da trasferire al Lem nell’ultima variazione di bilancio?

Bene il Mascagni Festival, ma ci vuole trasparenza su quante risorse saranno impegnate e sulle modalità di organizzazione di questa e di altre iniziative.

9) Firma del Patto per il lavoro del sistema città-porto di Livorno

Non abbiamo ancora avuto la possibilità di comprendere gli effetti concreti di questo “patto”, ma probabilmente-come dice Salvetti- “siamo noi che non capiamo”

10) Riapertura delle piscine comunali

Per il Sindaco si trattava di un “capolavoro amministrativo”: ad oggi si tratta di un disastro occupazionale con lavoratori storici mandati a casa a fronte di 2 milioni di euro di soldi pubblici stanziati.

Complimenti!”

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione