Cronaca 28 Febbraio 2018

M5S: sottoscrivere una dichiarazione pubblica di intenti per vigilare sull’apertura e il rilancio dei bacini di carenaggio.

Livorno – Nella giornata di ieri, martedì 27 feggraio 2018,  Giulio La Rosa e Gregorio De Falco, candidati nel collegio uninominale per il MoVimento 5 Stelle alle prossime elezioni politiche, hanno formalizzato oggi insieme a Francesco Berti, candidato al plurinominale Camera, un documento rivolto ai rappresentanti di tutte le formazioni politiche.

Obiettivo: sottoscrivere una dichiarazione pubblica di intenti per vigilare sull’apertura e il rilancio dei bacini di carenaggio.

Finora abbiamo assistito a tante promesse, mentre il nostro è un atto concreto di impegno per rilanciare quello che è stato per decenni il fiore all’occhiello della città di Livorno – ha dichiarato Francesco Berti, candidato nella lista plurinominale. E continua: “A causa di scelte politiche scellerate delle precedenti amministrazioni, ci troviamo con un tessuto socio economico cittadino distrutto. La chiusura dei bacini ne è l’esempio più calzante”.

Nel marzo 2015 – ricorda Gregorio De Falco, candidato al Senato della Repubblica nel collegio uninominale e proporzionale di Livorno – l’Autorità Portuale ha indetto un bando di gara per la concessione di entrambi i bacini, quello grande in muratura e quello galleggiante. Nel frattempo, c’è stato il cambio ai vertici dell’Authority, con l’ingresso dell’ingegnere Stefano Corsini che ha constatato lo stato di abbandono dell’area dei bacini. Durante il sopralluogo, così come in altre occasioni, Corsini ha dichiarato di voler accelerare il più possibile le procedure e le attività che possano portare all’aggiudicazione della gara, ma da allora si sono susseguite solo una serie di promesse per l’apertura delle buste con ulteriori rinvii e scarichi di competenze. In questo quadro fumoso, l’unico dato certo è l’ingessamento di un concreto centro di ripresa occupazionale per la città di Livorno.

E’ il momento di stringere i tempi per l’aggiudicazione della gara – rilancia il candidato all’uninominale di Livorno Giulio La Rosa -. Secondo le previsioni ci sono i margini per creare oltre 400 posti di lavoro dall’oggi al domani e questa è un’occasione che la città non può né deve perdere”

Agli inizi degli anni 2000 la città di Livorno ha perso un treno importantissimo con la chiusura dei bacini, ma oggi non siamo qui a cercare colpevoli di scelte politiche disastrose, oggi vogliamo dare un messaggio di speranza ai livornesi. Un messaggio senza bandiere ed è per questo che invitiamo formalmente gli altri candidati a prendere una posizione su questo tema e a vigilare affinché gli aggiudicatari del bando di gara rispettino gli impresi, garantendo un rilancio effettivo ai bacini di carenaggio.

Abbiamo redatto e firmato un documento in cui ci siamo presi questo impegno, adesso aspettiamo, fiduciosi, che lo sottoscrivano anche tutti gli altri candidati che hanno ricevuto una nostra mail. Diamo tutti un messaggio chiaro ai livornesi ed esprimiamo la nostra posizione su questo tema

Giulio La Rosa, Gregorio De Falco e Francesco Berti

Il documento firmato nelle foto:

Io sottoscritto ________________________________________________________,

nato a _________________________________ , il _________________________ e

candidato alle prossime elezioni politiche per il collegio di Livorno, per la/il Camera dei Deputati/Senato della Repubblica, con il _______________________________,

Mi impegno, nel caso di una mia elezione alla Camera dei Deputati od al Senato della Repubblica a promuovere ed a sollecitare la più rapida conclusione per l’aggiudicazione della gara sulla gestione dei bacini di carenaggio ed a vigilare da un punto di vista politico che l’impresa aggiudicataria si impegni per un piano di rilancio a massima efficienza degli stessi.

Livorno,

In fede,

CONDIVIDI SUBITO!