Cronaca 19 Marzo 2021

Malasanità Livorno, FdI chiede gli ispettori all’ospedale dopo il caso dell’uomo dimesso e poi ricoverato d’urgenza a Pisa

Mmalasanità Livorno, Torselli e Amadio (FdI): “Bezzini ancora convinto che vada tutto bene?”

Uomo dimesso dal Pronto soccorso di Livorno e operato d’urgenza a Pisa

pronto soccorso, ingresso

Pronto Soccorso, ospedale di Livorno

Livorno, 19 marzo 2021

“L’Assessore Bezzini aveva riferito in Commissione Sanità che la situazione degli Spedali Riuniti di Livorno era sotto controllo.

L’indagine della Asl non aveva registrato anomalie. Il rischio New Delhi sembra rientrato, ma continuano a verificarsi gravi episodi che mettono a repentaglio la vita dei cittadini.

Ultimo, in ordine di tempo, è il caso di un 38enne andato al Pronto Soccorso della città perché accusava dolori addominali.

L’uomo è stato dimesso nel giro di poche ore dicendogli di prendere un antidolorifico.

Purtroppo il 38enne aveva una occlusione intestinale e avrebbe perso la vita se non si fosse recato, su sua iniziativa, all’ospedale di Pisa.

L’assessore regionale Bezzini è ancora convinto che agli Spedali Riuniti vada tutto bene?”.

Così Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, e Marcella Amadio, dirigente nazionale del partito di Giorgia Meloni.

“A quanto pare le indagini fatte dalla Asl e le valutazioni dell’assessore sono sbagliate.

Se ogni mese accadono episodi così gravi, è evidente che qualcosa non funziona soprattutto nel Pronto soccorso.

Le scuse del direttore dell’ospedale e di quello della Asl non sono più sufficienti.

Per questo chiediamo ancora una volta che il ministero della Salute intervenga immediatamente e invii dei suoi ispettori”, concludono Torselli e Amadio.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione