Aree pubbliche 19 Agosto 2020

Manutenzione Terrazza Mascagni, l’M5S risponde alle dichiarazioni del PD

Gazebo - Terrazza Mascagni

Veduta della Terrazza Mascagni, foto Andrea Trifiletti

Livorno 19 agosto 2020 – Il Movimento 5 Stelle Livorno risponde  alle recenti dichiarazioni del PD sulla Terrazza Mascagni

“Leggiamo con piacere le ultime dichiarazioni del PD che, svegliandosi da un torpore lungo 14 mesi; riconosce che sia necessaria una continua manutenzione straordinaria della Terrazza Mascagni, ammettendo che le risorse per farlo ci sono.

La domanda sorge quindi spontanea: quando verranno fatti progetti ed investimenti a questo scopo?

Ci tiene a precisare poi che quelli fatti sono interventi solo temporanei ed emergenziali e in vista di Effetto Venezia e del Festival Mascagni…

tiriamo un sospiro di sollievo:

 

per un attimo avevamo immaginato che le toppe di compensato diventassero un intervento strutturale e definitivo!

Quanto agli eventi in programmazione alla Terrazza, proprio per questi sarebbe stata auspicabile una seria programmazione al fine di evitare toppe e rattoppi dell’ultimo minuto.

Sulle presunte “lezioni di finanza pubblica” che avrebbe dato Aurigi, come al solito:

il PD si offende al pensiero che qualcuno possa osare suggerire o addirittura “insegnare” qualcosa alla sapiente Giunta Salvetti.

Non pensiamo fosse intenzione di Aurigi dare lezioni ai consiglieri del PD o tantomeno alla “incontestabile” Assessore Viviani ma, più modestamente; dare corrette e complete informazioni ai cittadini.

Ad esempio, sul fatto che:

a fine 2019, rimanevano da spendere ancora 2,5 milioni di euro di avanzo destinato ad investimenti dei 5.5 milioni lasciati in eredità dalla precedente Amministrazione

I cittadini devono sapere che questi 2,5 milioni non sono stati spesi e sono andati nuovamente in avanzo.

 

Tanto che attualmente l’avanzo destinato ad investimenti totale ammonta a quasi 4 milioni, liberi di essere spesi in ogni momento.

Su questo il PD non risponde, perchè è semplicemente l’inconfutabile realtà degli atti.

Meglio sparare in aria quindi, che confrontarsi sulle cifre e sulle questioni concrete.

 

Se, come dichiarato dal PD, una buona amministrazione non costruisce “tesoretti”, ma riesce a spendere le risorse a disposizione…

…che cosa aspetta la capace e celere Amministrazione sostenuta dal Partito Democratico a spendere tutte queste risorse?

Quanto ai “tesoretti” lasciati, non sono solo frutto di politiche oculate e lungimiranti di cui  l’attuale amministrazione dovrebbe felicemente beneficiare (mentre invece si lamenta), ma anche conseguenza di un cambio di normativa che, solo dagli ultimi mesi del 2018 ha consentito di utilizzare tutti gli avanzi destinati, cosa che prima non era possibile in questa misura.

Tutta questa storia ci fa amaramente sorridere, ricordando le vere lezioni di “finanza creativa” che Salvetti ci ha dato con l’indimenticabile dichiarazione di qualche mese fa sui “400 milioni di investimenti” pronti per rilanciare la città dopo il Covid.

Di questi, 145 milioni dovevano essere presenti nel Piano triennale dei Lavori Pubblici: purtroppo in questo piano invece ci sono attualmente 46 milioni.

Cosa volete che siano 99 milioni di differenza?

 

Sui lavori da 600mila euro “non fatti a regola d’arte” citati dal PD…

..assistiamo alla solita mistificazione della realtà, anche qui a danno dell’informazione dei cittadini.

 

Gli errori nell’esecuzione di alcuni lavori furono ovviamente da parte dell’impresa esecutrice di allora.

Le parole di Nogarin citate furono l’immediata reazione della sua amministrazione.

I lavori vennero quindi contestati e l’impresa venne obbligata a rifare tutto ciò che era venuto male, ricreando una qualità complessiva finale degna del contesto monumentale della Terrazza.

Ciò dimostra quanto la giunta Nogarin fosse presente assiduamente sul territorio ed intervenisse tempestivamente nell’interesse dei cittadini anche per rimediare alle negligenze di altri soggetti.

 

La prima prova della giunta Salvetti sulla Terrazza Mascagni l’abbiamo vista con:

la toppa nella pavimentazione fatta con rugosità completamente differente da quella circostante; la seconda prova con le toppe di compensato.

 

Speriamo che in futuro riesca ad esprimersi meglio e a dare migliori prove delle sue capacità..

Invece di concentrarsi sul problema da risolvere, il PD preferisce poi far notare che l’Ex Assessore Aurigi è adesso consulente della Sindaca Raggi, come se questo rappresentasse un’onta.

A nostro parere collaborare con una Sindaca che ha risanato i conti pubblici di Roma, che ha lottato contro Mafia Capitale e si è schierata contro le occupazioni dei fascisti di Casa Pound, è un onore e non qualcosa di cui ci si debba giustificare.

Quanto invece alla candidatura di Aurigi al Consiglio regionale, l’intervento sulla Terrazza non è certo determinato dalla campagna elettorale e sarebbe certamente stato scritto in ogni caso, vista la situazione vergognosa in cui versa uno dei simboli della nostra città.

A ulteriore riprova di questo, ci sono anche i numerosi interventi che Aurigi ha fatto nel corso di questo ultimo anno, in momenti ben lontani dall’attuale campagna elettorale.

Secondo noi, anziché continuare a criticare un Ex Assessore, sarebbe maggiormente utile che il PD iniziasse a valutare il primo anno di lavoro dell’Assessora Viviani che, al netto di dichiarazioni su “rigenerazioni urbane”, “micro-rigenerazioni” e  di “conversazioni urbane” in qualche quartiere delle città, a noi è sembrato piuttosto carente”.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 13-26 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento