Cecina 30 Agosto 2020

Matteo Renzi a Cecina per la presentazione del programma e dei candidati di Italia Viva

matteo renzi cecinaCecina (Livorno) 30 asgosto 2020 – La situazione è difficile e a maggior ragione la politica deve dare delle priorità di visione complessiva, di riforme e di risposte ai bisogni che emergono nella società. Un Matteo Renzi in forma, reduce dal seminario formativo per 250 giovani a Castrocaro, ha evidenziato che la risposta certamente non è quella dei populisti di destra che creano le divisioni per un consenso di breve periodo.

Non c’è tempo da perdere per rimpostare le riforme costituzionali sul modello del referendum purtroppo bocciato ed invita tutte le forze politiche in tal senso.

Riduzione del numero dei parlamentari? Sì, ma nel contesto a suo tempo delineato con il superamento del bicameralismo perfetto; pertanto, libertà di scelta ai sostenitori di Italia Viva per il voto del 20 settembre pv.

Quanto alla riforma elettorale, conferma della preferenza per il maggioritario a doppio turno come per le elezioni comunali. L’attuale volontà del Pd e di 5 Stelle verso il proporzionale appare una risposta alle esigenze momentanee di coalizione e spinge i riformisti moderati ad unirsi per superare l’attuale parcellazione.

La vera spinta progressista è attualmente rappresentata da Italia Viva: i numerosi atti legislativi ne sono testimonianza. Al momento Italia Viva è attiva nella coalizione governativa per far riprendere la scuola: siamo in uno strano paese da migliorare, dove si sono riaperte prima le sale gioco! Senza formazione non c’è futuro ma neanche il presente! E’ importante che i professori facciano test, tamponi e il vaccino e non devono aver paura di un prelievo. Comunque sia, la scuola è la madre di tutte le battaglie in questa fase, insieme al lavoro.

Sulla sanità difendiamo e miglioriamo il modello toscano: quello che sta succedendo in Umbria con la nuova amministrazione di destra lascia piuttosto perplessi in quanto stanno riproducendo il modello lombardo che proprio con il Covid ha mostrato le proprie lacune!

Renzi ha quindi presentato orgogliosamente la squadra che rappresenterà Italia Viva nella provincia livornese che sarà composta da:

Alessandro Cosimi – 64 anni, direttore screening oncologici ospedale di Livorno, ex sindaco di Livorno, capofila della lista. Pone la modernità del territorio al centro dell’azione politica

Claudia Agostini – farmacista 44 anni piombinese, disabile, impegnata nel proseguire il lavoro della Regione sul tema delle opportunità

Riccardo Castellini – 45 anni, responsabile della Cooperazione Internazionale del Cesefor ( Istituto di ricerca spagnolo dedicato alla promozione delle risorse forestali). Per lui le parole chiave sono due: Europa e ambiente

Giulia Carotenuto – 32 anni, blogger, si occupa di promozione culturale e letteraria sul web. Per lei l’impegno è nello studio, nel lavoro e nell’avvicinare i giovani alla politica

Mattia Gemelli – 24 anni, Presidente del consiglio comunale di Rio ( il più giovane della Toscana e tra i più giovani d’Italia a ricoprire tale incarico). Per lui le parole chiave sono tre: insulalarità, dispersione giovanile e sanità

Cinzia Guerrieri – 55 anni, Consulente del lavoro dal 1993, la sua parola chiave è unica.

Intende portare la sua professionalità e il suo lavoro per migliorare le normative in tema di occupazione giovanile e politiche attive del lavoro. Interprete, inoltre, delle istanze del mondo professionale e del lavoro autonomo in generale, spesso dimenticato dal legislatore nazionale e locale

Enrico Bernardini – 47 anni, imprenditore turistico da vent’anni. La sia parola chiave è “CAMBIAMENTO”.

Lui stesso afferma: ” Da imprenditore quale sono, sono abituato al fare. Parlare poco e trasformare ciò che non funziona. Questo accade a tutti i lavoratori che come me hanno bisogno di un cambiamento immediato.”.

Antonella Panza – 65 anni, ha lavorato per piu di trent’anni nella pubblica amministrazione. Da sempre sensibile alle problematiche femminili pubblica il libro “La rivolta delle brave bambine”. La sua parola chiave è SCUOLA. In particolare, la valorizzazione del ruolo pedagogico e culturale di ciascun livello di apprendimento

Oltre agli impegni specifici dei candidati, sono stati evidenziati – ciascuno sempre secondo le proprie conoscenze ed esperienze personali – i contenuti del suddetto manifesto elettorale.

CONDIVIDI SUBITO!
Banner laboratorio ottico Labrolens
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Ekom, promozioni 28 settembre-11 ottobre
SVS 5x1000
Inassociazione
Ekom, promozioni 12-25 ottobre