Cronaca 13 luglio 2018

“Meglio il carcere che i domiciliari con la moglie”, tunisino torna alle Sughere

Tunisino agli arresti domiciliari evade per non stare a casa con la moglie

Livorno – Era stato scarcerato dalla Casa Circondariale de Le Sughere mercoledì sera per proseguire la sua detenzione presso la sua abitazione.

Per S.D., tunisino di 30anni, però, non è stato considerato un beneficio, anzi. Alle ore 22.30 di mercoledì scorso S.D. è stato fermato dai Carabinieri del Nucleo radiomobile all’esterno del cinema The Space.

Ai militari il tunisino ha riferito che non voleva andare ai domiciliari perché a casa ad aspettarlo vi era la moglie con la quale non era in buoni rapporti.

I carabinieri convincevano S.D. ad andare a casa che, per la circostanza, se la cavava con una denuncia a piede libero.

Ieri pomeriggio, analogo episodio. Sempre una gazzella sottoponeva a controllo di polizia S.D. in questa via del Pantalone.

L’uomo ha rilasciato ai militari le stesse dichiarazioni del giorno prima: era uscito di casa perché non poteva stare insieme alla moglie, con lei era un litigio continuo.

Colto in flagranza, questa volta, però, il tunisino è stato arrestato ed è tornato a Le Sughere.

Lascia il tuo commento