Ambiente 3 Luglio 2021

Moto da enduro nelle Aree Protette dei Monti Livornesi, c’è l’esposto di Occhi sulle Colline

Presenza mezzi motorizzati all’interno del Sistema integrato delle Aree Protette dei Monti Livornesi e nelle altre aree naturali contermini

 

enduro

Immagine di archivio (fonte pixabay

Livorno 3 luglio 2021

Le Associazioni di Occhi sulle Colline danno comunicazione dell’avvenuto invio alle autorità competenti e alla Procura della Repubblica di una
documentata segnalazione della continua presenza di mezzi motorizzati
(moto da enduro e/o altri mezzi a quattro ruote) sulla rete sentieristica delle aree protette dei monti Livornesi e dei danni conseguenti con l’auspicio che tali pratiche vengano interdette.

L’Esposto:

Con la presente siamo a segnalare la continua presenza di mezzi motorizzati (moto da enduro e/o altri mezzi a quattro ruote) sulla rete sentieristica delle aree protette e non in oggetto.

Tali incursioni, soprattutto a seguito di uscite “in gruppo” e su tracciati fradici di pioggia – situazione ovviamente normale nei mesi più piovosi dell’anno – provocano gravi criticità e danni ai sentieri oggetto di tali passaggi oltre a generare potenziali conflitti e mettere a rischio l’incolumità di coloro che fruiscono delle aree naturali tramite modalità ecocompatibili e in linea con le vigenti disposizioni di legge.

Tali danni sono resi poi praticamente irreversibili dal ruscellamento dalle acque che, trovando nei “solconi” aperti dai mezzi motorizzati la naturale linea di scorrimento, determinano fenomeni di erosione tanto da rendere i sentieri del tutto o quasi impercorribili ed esercitare un importante impatto sulla valenza didattico/turistico/ambientale di questi ultimi.

Non è raro che vengano deviati o allargati i tracciati dei sentieri perché divenuti impraticabili a causa del passaggio delle moto da enduro con completa estirpazione della vegetazione e sbancamento del terreno in violazione dell’art. 734 c.p.

Si rimanda infine al “Dossier sui danni dei mezzi motorizzati sui sentieri” realizzato dalle associazioni di Occhi sulle Colline nel 2015 per l’elenco esaustivo degli impatti negativi, sottolineando in particolare l’inquinamento acustico e disturbo della fauna e il rischio incidente con escursionisti a piedi e a cavallo.

Al seguente link è possibile visualizzare il documento:

https://occhisullecolline.it/attachments/article/225/documento_OSC_mezzi_motorizzati_completo.pdf.

Si auspica la programmazione di interventi coordinata tra i Vs Comandi Operativi e le Amministrazioni degli Enti locali aventi giurisdizione affinché tali pratiche vengano interdette.

LE ASSOCIAZIONI ADERENTI A OCCHI SULLE COLLINE:
Agire Verde Livorno
A.N.P.A.N.A. Livorno (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente)
A.N.W.I. Livorno (Associazione Nordic Walking Italia)
Associazione Costiera Calafuria
Associazione per il Parco Culturale di Camaiano ODV
Asd Il Mandriolo
Circolo Ippico l’Unicorno
Collesalviamo l’Ambiente
CAI Livorno (Club Alpino Italiano)
FIAB Livorno (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta)
GAPL (Gruppo Archeologico Paleontologico Livornese)
G.I.R.O.S. (Gruppo Italiano per la Ricerca sulle Orchidee Spontanee)
Legambiente Livorno
L.I.P.U. Livorno (Lega Italiana Protezione Uccelli)
Salviamo il Salvabile
U.S. Vicarello 1919
Trekking Libertas
WWF Livorno ODV (World Wide Fund for Nature)
In collaborazione con:
Associazione Culturale GAIA
GBL (Gruppo Botanico Livornese)
Selvatica

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, offerte 23 novembre - 6 dicembre
Inassociazione