Cronaca 22 Maggio 2020

Mozione M5S su cassa integrazione e contributi, soddisfazione per l’approvazione alla unanimità

Stella Sorgente, consigliere M5S

Livorno 22 maggio 2020 – Scrive la capogruppo Cinque Stelle in Comune Stella Sorgente:

“Siamo soddisfatti per il fatto che sia stata approvata, dal Consiglio comunale all’unanimità, la nostra mozione.

Mozione riguardante le problematiche relative ai ritardi delle erogazioni della cassa integrazione e dei contributi per i lavoratori autonomi e sulla possibile anticipazione di queste risorse da parte del Comune.

Ringraziamo la maggioranza e le opposizioni per aver votato favorevolmente, proponendo alcune modifiche che però non cambiano il senso della nostra proposta.

Visto che molti nostri concittadini ci hanno segnalato ritardi nei pagamenti degli ammortizzatori sociali e che tali ritardi, spesso dovuti ad una burocrazia farraginosa, stanno mettendo in difficoltà molte famiglie, abbiamo ritenuto utile presentare un atto per sollevare la questione.

Abbiamo letto, in un articolo, che il Sindaco di Ravenna Michele De Pascale ha predisposto un’anticipazione diretta da parte del Comune della cassa integrazione e del contributo per i lavoratori autonomi.

Sostenendo la tesi che il sistema non possa pesare tutto sull’Inps.

Questo Comune ha tentato di risolvere concretamente il problema.

Ha predisposto un format che consentirà ai cittadini ravennati che hanno già approvata la domanda di cassa integrazione o bonus, di chiedere un anticipo di mille euro che si potrà far avere sul conto corrente dei cittadini entro due/tre giorni dalla richiesta.

Le risorse anticipate dal Comune verranno poi restituite quando i cittadini riceveranno dallo Stato i soldi.

Nel nostro atto quindi abbiamo chiesto alla Giunta:

di presentare in Consiglio una dettagliata relazione circa lo stato dell’arte delle erogazioni/anticipazioni della cassa integrazione ai lavoratori livornesi

di interloquire con il Governo, la Regione, l’INPS e le banche per facilitare la risoluzione di problematiche burocratiche che impediscono una rapida erogazione di queste risorse.

Vista la buona disponibilità di cassa del nostro Comune, chiediamo:

di verificare e valutare la necessità di procedere alla diretta anticipazione della cassa integrazione e dei contributi per i lavoratori autonomi, come è stato fatto dal Comune di Ravenna.

Questo ovviamente considerando contestualmente anche le misure di semplificazione che ha messo in campo il Governo con il Decreto Rilancio.

L’Assessore Simoncini si è dimostrato disponibile a valutare la necessità di un intervento di questo tipo.

Sperando che però la situazione si riesca a risolvere grazie ai nuovi inteventi governativi.

Siamo riusciti quindi ad affermare di nuovo il principio che il Comune può entrare in campo in questa situazione emergenziale anche con strumenti inediti e straordinari”.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento