Cronaca 20 Gennaio 2023

Neve tonda, grandine, graupel, neve, facciamo chiarezza. Ecco cosa sono

Neve tonda, grandine, graupel, neve, “c’è tanta confusione”, facciamo chiarezza. Ecco cosa sono

Si fa spesso confusione ad utilizzare il termine giusto per identificare le precipitazioni a carattere nevoso vediamo quali sono e come si chiamano

Le principali tipologie di precipitazioni che si presentano in forma solida

 

Grandine:

La grandine è costituita da chicchi (pezzi di ghiaccio puro) ed hanno un aspetto trasparente e traslucido. Generalmente la loro densità è compresa tra 0.85 g/cm3 e 0.92 g/cm3

I chicchi di grandine solitamente hanno un diametro che va dai 5 mm ai 15 cm e al contatto con il suolo  non si sbriciolano.

Il tipico suono della caduta della grandine è quello della caduta delle pietre

Pioggia gelata:

per formarsi la pioggia gelata, il fiocco di neve durante la sua caduta attraversa uno strato intermedio di aria più calda esteso fino a quote medio-basse dove subisce il processo di fusione poi; incontra un sottile strato di aria ghiaccia, ma a causa della vicinanza al suolo non fanno in tempo a solidificarsi nuovamente e cadono come gocce di pioggia che poi ghiacciano istantaneamente al contatto col suolo.

Neve tonda:

si tratta di “palline di ghiaccio”, traparenti, leggere e più o meno tonde.  La loro densità densità è paragonabile a quella del ghiaccio (0.92 g/cm3) ed hanno un diametro inferiore o uguale ai 5 mm

Per avere la neve tonda, un fiocco di neve deve attraversare uno strato di aria più calda in una quota media, dove tende a fondersi. Successivamente il fiocco di neve dopo la fase di “fusione” deve incontrare uno strato d’aria più fredda, qui; si congela nuovamente attraversano lo strato d’aria freddo in corrispondenza del suolo, trasformandosi così in piccole sferette di ghiaccio più o meno trasparenti

Gragnola o Graupel:

Sono “palline di neve” a bassa densità, generalmente inferiore a 0.8 g/cm3

hanno un diametro superiore a 5mm, assomigliano di più alla neve che al ghiaccio e e generalmente di forma opaca

La gragnola è il risultato di un processo di collisione ed aggregazione di piccole gocce con un piccolo nucleo ghiacciato (fiocco di neve, cristallo di ghiaccio o chicco di grandine)

Quando il graupel raggiunge il suolo prende il nome di snow pellet, pallina di neve.

Grandine piccola (small hail):

è una sorta di stadio intermedio tra la gragnola e la grandine. La sua forma è come quella dei come chicchi di gragnola “incapsulati” totalmente o parzialmente in uno strato esterno di ghiaccio.

I chicchi di grandine piccola, di densità elevata  tra 0.8 g/cm3 e 0.99 g/cm3, differiscono dalla grandine per la dimensione più piccola (intorno ai 5 mm) e dalla gragnola per la superficie più liscia e la più elevata densità.

Neve:

è un tipo di precipitazione atmosferica nella forma di acqua ghiacciata cristallina, formata da una moltitudine di minuscoli cristalli di ghiaccio, tutti aventi di base una simmetria esagonale e spesso anche una geometria frattale, ma ognuno di tipo diverso e spesso aggregati tra loro in maniera casuale a formare fiocchi di neve. Dal momento che è composta da piccole parti grezze è un materiale granulare. Ha una struttura aperta ed è quindi soffice, a meno che non sia sottoposta a una pressione esterna

 

 

CONDIVIDI SUBITO!
Inassociazione