Ambiente 29 Agosto 2022

Nicola Morra a Stagno, “gli interessi di chi produce inquinando vengono anteposti al diritto alla salute di chi vive in quei luoghi”

Stagno (Collesalvetti, Livorno) 29 agosto 2022 – Nicola Morra a Stagno, “gli interessi di chi produce inquinando vengono anteposti al diritto alla salute di chi vive in quei luoghi”

Il presidente della Commissione parlamentare antimafia Nicola Morra ha fatto tappa a Stagno la mattina del 22 agosto per un sopralluogo nell’area della pista ciclabile Ivo Mancini chiusa per il rinvenimento nel sottosuolo di sostanze pericolose.

Ad annunciare la visita passata in sordina è lo stesso presidente della Commissione parlamentare antimafia con un post sulla sua pagina Facebook del 22 agosto scorso

“Questa mattina ho effettuato un sopralluogo nei pressi della Pista Ciclabile nella località di Stagno nel Comune di Collesalvetti (LI), rimanendo all’esterno dell’area interdetta alla popolazione ormai da oltre un anno per il rinvenimento, nel sottosuolo, di sostanze pericolose per la salute umana e per l’ambiente.

Durante il sopralluogo ho avuto modo di interagire con la popolazione locale sulle tematiche ambientali che, in specie a Stagno, ove insiste un SIN, risultano oggetto di attenzione da parte dei media, ma senza che da parte delle istituzioni locali e della magistratura competente vi siano state conseguenti attività, almeno per come si presume essendo comunque nel tempo stati prodotti diversi esposti da cittadini e comitati.

La sensazione che ho ricavato è che vi siano rassegnazione e sfiducia nelle istituzioni preposte a tutelare la salute degli abitanti.

Questa collettività, così come nessun’altra in Italia, non deve essere abbandonata.

E’ inspiegabile questi comportamenti da parte dei soggetti che sono chiamati ad operare la doverosa bonifica di un Sito di Interesse Nazionale ed i monitoraggi continui per capire lo stato dell’aria e la presenza nella stessa di elementi inquinanti.

In Italia non dovrebbero esistere interessi superiori alla tutela della salute della popolazione e dell’ambiente, ma evidentemente qui nei pressi di Livorno non è così, come a Taranto, come a Priolo, come a Crotone, come da tante altre parti ove gli interessi di chi produce inquinando vengono anteposti al diritto alla salute di chi vive in quei luoghi.

Ho preso l’impegno di fare tutto ciò che sarà in mio potere per aiutare questa popolazione che da troppi anni viene offesa da chi inquina e non viene fermato”

CONDIVIDI SUBITO!
@labrolens · Negozio di occhiali da sole e da vista
Inassociazione
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Banner 5x1000 svs 2022