Aree pubbliche 28 Febbraio 2019

Stella sorgente: “si avvia la delocalizzazione del Rivellino “

Il nuovo impianto dovrebbe essere operativo nel 2022

Nei prossimi giorni il passaggio ad Asa. E’ il primo passo verso la delocalizzazione del depuratore e la riqualificazione della Venezia

Livorno, 28 febbraio 2019 – Il consiglio comunale ha dato il via libera all’unanimità all’acquisizione delle aree di via dei Trasportatori di proprietà dell’Autorità portuale di sistema del mar Tirreno settentrionale.
A questo punto il Comune cederà queste aree ad Asa, che provvederà a realizzare il nuovo impianto di depurazione.

“A questo punto tutto è pronto per la delocalizzazione del Rivellino – commenta il sindaco Filippo Nogarin – Un passaggio storico, un’operazione che la città attende da anni e che era uno degli obiettivi di mandato di questa amministrazione. In questo modo non solo saremo in grado di avere un impianto di trattamento delle acque nuovo e moderno, ma saremo in grado di liberare e riqualificare un’area di prego nel cuore della Venezia, a due passi dagli ex Macelli”.

I tempi per completare questo percorso non saranno brevi – sottolinea il presidente del Consiglio di gestione di Asa, Nicola Ceravolo – ma ora la strada è segnata e non si può più tornare indietro. La nostra sfida è ridurre al minimo gli adempimenti burocratici e contingentare i tempi. Abbiamo affidato la gara per la progettazione dei vari lotti che comporranno l’intervento, dopodiché valuteremo il progetto e tra qualche mese avvieremo la procedura per la Valutazione di impatto ambientale. Parallelamente stiamo portando a ratifica l’accordo di programma e lavoreremo sulla gara di esecuzione dei lavori. Confidiamo di avviare i cantieri a metà 2020 per ultimarli nel 2022”.

“Il primo lotto – aggiunge la vicesindaco Stella Sorgente – prevede un investimento da quasi 8 milioni di euro e voglio ringraziare l’Autorità portuale e la Regione che stanno contribuendo in maniera determinante a questo progetto. Nei prossimi mesi avvieremo un confronto con tutti i portatori di interesse per procedere alla riqualificazione della Venezia. E’ un’area strategica, ci vuole grande attenzione”.

CONDIVIDI SUBITO!