Cronaca 18 Novembre 2020

“Noi costretti a chiudere, Loro vendono indisturbati”

La lettera di un commerciante chiuso per Dpcm

Livorno 18 novembre 2020 – “Quelle che vedete – esordisce la lettera di un commerciante giunta in redazione – sono immagini che ho scattato ieri in piazza Cavallotti. Eh sì, sembra di essere in periodo pre-covid, quando eravamo tutti aperti e ognuno faceva il suo.

E invece sono state scattate durante il regime di “zona rossa“. La differenza che io, grazie all’ennesimo Dpcm Conte, ho dovuto chiudere l’attività mentre i venditori (presumo abusivi) sono tranquillamente al loro posto a vendere magari merce proibita dal Dpcm.

E mentre loro sono a far cassa, la mia si svuota perché non solo non vendo ma spendo anche stando chiuso perché le mie utenze grazie agli oneri di sistema continuano a costar salato.

Poi ci vengono a dire che “bisogna tener duro per poi provare a riaprire a Natale”. La roba di Natale c’è già chi la vende e di questo passo quando potranno riaprire i “legali” sarà troppo tardi. Non mi si venga a dire che la Municipale non può controllare tutto, perché questa situazione di piazza Cavallotti è fin troppo nota e la sceneggiata del borsone la conosciamo tutti”.

E conclude: “Ma perché ci devono rimettere sempre quelli che sono in regola??”

 

piazza cavallotti venditori abusivi in tempo di covid zona rossa piazza cavallotti venditori abusivi in tempo di covid zona rossa piazza cavallotti venditori abusivi in tempo di covid zona rossa piazza cavallotti venditori abusivi in tempo di covid zona rossa

CONDIVIDI SUBITO!
Banner laboratorio ottico Labrolens
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
SVS 5x1000
Inassociazione