Disabilità 10 aprile 2019

Nuotatori paraolimpici: esordio col botto per Burattini e Bernini

I RISULTATI DEI PRIMI NUOTATORI PARALIMPICI LIVORNESI
Burattini e Bernini: esordio col botto ai campionati giovanili di Roma

Livorno – Elisabetta Burattini, Tommaso Bertini: due nomi a molti sconosciuti, ma per i quali molti (livornesi, ma anche da tutta Italia) hanno elargito donazioni consentendoci, in attesa dei campionati italiani assoluti FINP di Lignano Sabbiadoro a fine maggio, di arrivare alla giornata di oggi.
Roma, campionati italiani giovanili FINP, 7 aprile 2019
Tommaso Bertini: 1° classificato nei 50 e 100 stile libero categoria S6 ragazzi;
Elisabetta Burattini: 2^ classificata nei 50 e 100 stile libero categoria S9 ragazze.
In particolare Elisabetta nei 100 stile libero ha centrato il tempo limite per partecipare ai campionati assoluti italiani paralimpici, grazie soprattutto alla preparazione del tecnico di pallanuoto Francesca Romano.
Risultati che non possono non riportarci con grande commozione al 2014, quando cominciavamo a chiederci perché a Livorno non esistesse una società di sport per disabili che si occupasse di dare una possibilità di sport agonistico a 360° a questi ragazzi consentendogli una scelta tra varie discipline, un’opportunità di esperienza, di autostima, in una parola: di CRESCITA.
Il fondatore e ideatore dell’iniziativa Maurizio Melis si aggirava tra uffici comunali e in appuntamenti più disparati cercando di trovare mezzi e risorse umane e finanziarie. Poi il 14/2/2016 è nata la TDS – TOSCANA DISABILI SPORT ONLUS, e anno dopo anno sono arrivati a noi sempre nuovi ragazzi fantastici, che prima di impegnarsi con volontà e serietà riescono soprattutto a divertirsi. Cosa per noi (e per loro) fondamentale. Oggi la TDS si occupa di basket in carrozzina, sitting volley (per i quali si prevede nel prossimo anno agonistico l’iscrizione ai campionati nazionali), nuoto e pallanuoto paralimpica, nei circuiti delle rispettive federazioni nazionali. E stiamo cercando di organizzare altre discipline come il tiro con l’arco e baskin. Grazie a questi tanti ragazzi, di cui Elisabetta e Tommy sono bellissimi rappresentanti, e grazie alle loro famiglie sempre pronte a sacrificarsi fisicamente ed economicamente, grazie agli istruttori competenti e qualificati, entusiasti e volenterosi come Mario Borsellini (responsabile nuoto), Eleonora Bologna (allenatrice nuoto), Roberto Marangone (responsabile sitting-volley), Maurizio Melis (Direttore Tecnico e responsabile basket in carrozzina), ma soprattutto grazie ai contributi economici indispensabili per proseguire questo immenso lavoro che sono arrivati da tutta Italia grazie ad una capillare opera di informazione mediatica. Speriamo che queste foto significhino per ognuno di coloro che ha contribuito che la sua fiducia non è mai stata malriposta e che tutti hanno collaborato, anche con un minimo, a questi risultati e a quelli futuri. La TDS infatti mira a far fare sport alle persone con disabilità in maniera assolutamente gratuita, quindi ha sempre bisogno dell’apporto di tutti, privati e imprenditori, per l’acquisto delle attrezzature e del vestiario sportivo. Potete contribuire allo sport per disabili con bonifico sul conto corrente presso Cariparma, Agenzia di Livorno, IBAN IT97C 06230 13901 000040602920. Le donazioni sono deducibili a norma di legge come contributi effettuati in favore di ASD e Onlus.

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento