Disabilità 28 Novembre 2022

Nuoto paraolimpico, TDS: 4 gare disputate, 3 record italiani e uno mancato per 6 centesimi

4 gare disputate, 3 record italiani e uno mancato per 6 centesimi.
Passerini e Gagliardo Gurrieri “on fire”! 1 oro, 2 argenti, 1 bronzo.

 

Livorno 28 novembre 2022

Non finiscono di stupire i campioni paralimpici della Toscana Disabili Sport. Impegnati in 2 gare ciascuno nei Campionati assoluti invernali FINP che si stanno svolgendo a Fabriano; Pietro Passerini e Sofia Gagliardo Gurrieri “esplodono” letteralmente sfoggiando una prestazione per certi versi attesa dai miglioramenti mostrati nel tempo, ma per altri influenzata negativamente da tanti eventi.

Parliamo di ragazzi (Pietro del 2005, Sofia del 2007!) che affrontano i problemi legati allo sviluppo, agli studi scolastici, agli impegni per la riabilitazione e ad altri extra-nuoto. Bisogna ricordare che entrambi fanno anche parte della squadra di basket in carrozzina che tra un mese comincerà il campionato nazionale di serie B.

A questo bisogna aggiungere che per Sofia questa gara segnava il ritorno alle competizioni dopo ben un anno di inattività causata dalla vergognosa burocrazia medica che le aveva negato l’idoneità agonistica per un  ipotetico problema cardiaco, smentito dai successivi approfondimenti clinici.

Ciononostante, Sofia si cimenta nei 50 stile libero e 100 misti segnando in entrambi il nuovo record italiano categoria ragazzi (classe S7 per sl e SM7 per misti)

 

Pietro nei 100 stile libero, ha conquistato il record italiano categoria ragazzi, classe S4, dopo che già il 6 novembre scorso aveva conquistato a Livorno quello dei 50 stile libero, e nei 50 rana, migliorando il proprio personale di 3 secondi e sfiorando il record italiano per soli 6 centesimi!

L’allenatrice Eleonora Bologna commenta questi risultati prestigiosi:

“I ragazzi sono stati eccezionali e io sono soddisfattissima di loro. Con l’assenza dell’altro nostro campione Tommaso Bertini a causa di uno strappo muscolare, pensavo che i mille problemi avuti durante gli allenamenti avrebbero influito sui risultati dei ragazzi, che si sono dimostrati invece agonisticamente maturi e concentrati e con soli 2 atleti abbiamo un’ottima posizione nella classifica delle società italiane. E sono sicura che Sofia, dopo un anno di inattività, è capace di fare molto meglio, mentre invece ogni giorno di più sono soddisfatta dei miglioramenti di Pietro”.
Altri allori quindi nella bacheca della TDS, questa volta 1 oro, 2 argenti e 1 bronzo che vanno ad arricchire il bottino dei risultati che uno sforzo organizzativo immane della società che porta avanti lo sport paralimpico nonostante i pochissimi fondi a disposizione.

CONDIVIDI SUBITO!
Inassociazione