Aree pubbliche 26 Novembre 2022

Nuovo ospedale, l’opposizione presenta una proposta con cui indire un referendum

progetto_nuovo_ospedaleLivorno 26 novembre 2022 – Nuovo ospedale, l’opposizione presenta una proposta con cui indire un referendum

Il comunicato stampa a firma dei capigruppo in consiglio comunale Vaccaro (G.Misto), Romiti (FdI), Sorgente (M5S) e Barale (BL)

“Abbiamo presentato in Consiglio comunale una proposta con cui indire un referendum consultivo per chiedere ai livornesi di esprimere il proprio orientamento sulla realizzazione del nuovo monoblocco ospedaliero nel parco Pertini e nelle aree ex Pirelli.

Le trasformazioni che seguirebbero alla realizzazione del nuovo ospedale, infatti, interessano un vasto territorio urbano, producono effetti non solo sulla sanità locale, ma anche sugli assetti urbanistici complessivi e sugli impatti ambientali.

L’abbandono di enormi volumetrie senza una destinazione certa, la distruzione di verde pubblico attraverso la collocazione dei nuovi manufatti sulle aree di un parco urbano, si sono rivelati occasione di laceranti controversie e forti divisioni nell’ambito del dibattito pubblico, civico e politico.

Per questo, a suo tempo, erano stati proposti dal comitato di cittadini, due referendum, uno abrogativo e l’altro propositivo.

Tale lodevole iniziativa però, è stata bocciata dal Collegio di garanzia, che ha inopinatamente dichiarato inammissibili le proposte referendarie, con la motivazione che il comune avrebbe già contratto obbligazioni irrevocabili.

Ebbene, la nostra proposta di referendum consultivo, non comporta conseguenze legali per il Comune, in compenso, offre alla città uno strumento che, almeno in parte, possa risarcirla della mancata partecipazione ad una scelta amministrativa che condizionerà la sanità livornese.

La nostra è un’iniziativa che non punta a sconfessare la decisione assunta dal Collegio di Garanzia, ma vuol essere tuttavia un’opportuna reintegrazione della prassi democratica. Ci auguriamo pertanto che il sindaco ed il PD in consiglio comunale, decidano di sostenerla e non boicottarla”.

 

CONDIVIDI SUBITO!
Inassociazione