Ambiente 24 Agosto 2019

Oltre l’inceneritore: “Depositato referendum propositivo a Livorno, Colle faccia lo stesso”

PER LA TUTELA AMBIENTALE DIAMO VOCE AI CITTADINI

Livorno 24 agosto 2019 – Il comitato Oltre l’inceneritore, “Per la tutela dell’ambiente, diamo voce ai cittadini”: “Prendiamo atto dei vari articoli usciti in questi giorni sui quotidiani inerenti la questione della “inceneritore eni”, dove si evidenziano varie posizioni di alcune associazioni e gruppi politici.

Come Comitato oltre l’inceneritore ricordiamo che abbiamo depositato, il 10 aprile scorso, come da statuto comunale, il referendum propositivo sulla creazione di impianti “alternativi” (a garanzia dei posti di lavoro) all’inceneritore per il suo successivo spegnimento entro il 2021.

A parte la nostra richiesta specifica, che è attualmente ancora al vaglio dei soggetti comunali preposti, l’utilizzo del nuovo strumento del Referendum Propositivo senza quorum è una procedura assolutamente concreta in cui il cittadino sarà l’unico vero protagonista rubando la scena a qualche ambientalista ad personam.

Pertanto suggeriamo agli amici di Collesalvetti – dei quali ci mettiamo a disposizione per condividere con loro le questioni che riguardano una eventuale costruzione di un gigantesco impianto di incenerimento all’interno della raffineria – di assumere l’iniziativa per dotare anche il Comune di Collesalvetti di un Referendum Propositivo senza quorum di validità.

Quando si parla di ambiente e cittadini la vera forza sono la concretezza e la democrazia, il referendum propositivo senza quorum è un ottimo strumento di democrazia e di risoluzione delle problematiche.

La sterile propaganda ci indebolisce e porge solo il fianco a chi vuol attentare alla nostra salute ed a chi vuol strumentalizzare le questioni ambientali per fini politici o per mera visibiltà personale.”

 

CONDIVIDI SUBITO!