Politica 8 Settembre 2021

PaP: Un bilancio dopo 3 giorni di Hevalen Festival

PaP: Un bilancio dopo 3 giorni di Hevalen FestivalLivorno 08 settembre 2021

Da Giovedì a Sabato 4 settembre si è svolto in Piazza XX Settembre l’Hevalen Festival, il Festival della Casa del Popolo Heval e di Potere al Popolo Livorno.

“La soddisfazione e l’emozione per la riuscita di una tre giorni di soli dibattiti, con una partecipazione dal basso di tanti giovani e giovanissime, sono immense e crediamo che questo evento sia stato un segnale politico importante per la città e il suo futuro.

E’ stata infatti la dimostrazione che si può interagire con l’altro, che si può creare aggregazione e socialità parlando di politica, riappropriandoci di una Piazza popolare, che è cambiata nel tempo e che proprio per questo necessita di uno sguardo diverso.

L’Hevalen Festival è stato un momento di confronto vivo, dove ognuno è riuscito a portare il proprio contributo attivo, aprendosi con coetanei e non, e riuscendo ad interagire con gli ospiti di ogni serata.

Abbiamo visto che la narrazione superficiale del mainstream secondo la quale i giovani non sarebbero interessati alla politica, è completamente errata. Anzi, il problema è che la Politica, quella un po’ altezzosa che vorrebbe avere la maiuscola, non sa parlare ai giovani, non sa parlare con il loro linguaggio, non sa affrontare magari i temi che gli interessano di più, con un mood semplice e chiaro, e molto probabilmente non sa farlo perché non ha la voglia e non sente la necessità di mettersi ad ascoltarli, a capire di cosa parlano, di quali sono oggi le insicurezze e le debolezze di una vita che la Politica gli sta mettendo intorno.

La necessità di tutti è che i giovani si organizzino, si parlino, parlino dei loro problemi e capiscano come risolverli e possano costruirsi il loro futuro. Bisogna parlarsi e arrivare a tutte e tutti quanti e per questo abbiamo iniziato il nostro Festival parlando di una delle questioni del nostro tempo: la violenza di genere e l’estrema urgenza della risposta femminista.

Siamo riusciti a spaziare e a fare un punto della situazione sulla questione geopolitica in paesi che sembrano o ci vengono narrati come lontani e diversi da noi, mettendo a nudo tutti gli elementi problematici del tema: una narrazione mediatica tossica e sempre schierata per gli interessi dei pochi contro quelli dei molti per interessi geopolitici, fatti sulla vita di altri popoli.

Non poteva poi mancare la parte conclusiva che inevitabilmente racchiude buona parte delle questioni sociali: chi sono oggi i ricchi, perché vanno tassati e perché per anni si è parlato di politiche contro i poveri, una maggioranza sempre più in crescita nel nostro Paese.

C’è stato modo di poter volgere lo sguardo sul mondo e sul locale, infatti sono state accolte varie associazioni che operano sul territorio facendo informazione e divulgazione su questioni socio-politiche sempre aperte: ricordiamo l’Associazione di amicizia Italia – Cuba, la Mezzaluna Rossa Kurdistan, la Randi, i volontari a sostegno del Referendum per l’Eutanasia Legale, la mostra contro la violenza sulle donne ed il contributo del Teatro dell’Assedio.

Il risultato che si è registrato è stato notevole, sia per la consistente partecipazione che per l’interesse continuativo durante le varie iniziative con oltre 500 persone che sono venute in 3 giorni a trovarci e ad arricchire il dibattito.

A dimostrazione del fatto che i giovani e le giovani non parlano solo di loro stessi ma per tutta la comunità: ed è soprattutto per loro, per un futuro di costruzione di un mondo diverso, che li e le vogliamo al nostro fianco.

Il dato che abbiamo riscontrato, invece, è stata la totale assenza della stampa cittadina in tutti  3 i giorni, come fosse stata finalizzata ad annullare il valore dell’iniziativa, a nascondere un ottimo risultato che come Casa del Popolo Heval e come Potere al Popolo abbiamo raggiunto.

Sappiamo che questo è solo l’inizio di un presidio attivo, costante e appassionato della nostra Piazza XX Settembre e non solo. Avremo modo di riprendere in mano tutta la nostra bella Livorno, che merita una partecipazione genuina come quella che abbiamo vissuto in quei tre giorni di Festival Hevalen.

Vogliamo dare continuità al lavoro svolto durante il Festival ed agli spunti che ci avete dato.
Dunque, vi invitiamo a seguire la nostra pagina Instagram “Hevalenfestival” in questi giorni per poter decidere insieme quando ritrovarci. Sceglieremo le modalità degli incontri ed i temi rispetto ai vostri interessi”.

CONDIVIDI SUBITO!
Cacciucco pride
Banner laboratorio ottico Labrolens
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Ekom, promozioni 14-27 settembre
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento