Passaggio di testimone ai vertici della Consulta delle Associazioni

Al Cisternino di CittàConsulta delle associazioni, passaggio di testimone ai vertici

Presentata anche la bozza del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2018-2020

Livorno, 6 dicembre 2017 – Erano 52 le associazioni livornesi presenti lunedì 4 dicembre al Cisternino di Città nell’assemblea della Consulta Comunale delle Associazioni, riunitaper il rinnovo delle cariche. Essendo giunto a termine il mandato triennale degli organi eletti nel 2014, per il mandato 2017/2020 sono stati eletti, in qualità di presidente, Alessandra Mini, in rappresentanza della SVS (ambito settoriale Socio-Sanitario) e, come vicepresidente, Luca Mazzinghi, in rappresentanza di L.E.D. Libertà e Diritti Arcigay Livorno (ambito settoriale Tutela e promozione dei diritti). Toccherà ora ai nuovi eletti nominare gli altri tre membri dell’Ufficio di Presidenza, in rappresentanza di ambiti settoriali diversi da quelli da loro già espressi.

Presenti al tavolo, accanto all’assessore all’associazionismo Andrea Morini, il sindaco Filippo Nogarin e il segretario generale Giuseppe Ascione che, prima dell’avvio delle votazioni, hanno illustrato all’Assemblea la bozza del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2018-2020.
“Ringrazio la presidente Cinzia Simoni, la vicepresidente Alessandra Mini, i membri del Comitato Esecutivo e i rappresentanti di tutte le associazioni che in questi anni hanno dato il loro significativo contributo al lavoro di questo organismo – così l’assessore Morini – La Consulta oltre ad avere una rilevante funzione consultiva sul bilancio di previsione dell’Ente, svolge infatti anche un importante ruolo di coordinamento tra le diverse realtà associative. Da essa arrivano all’Amministrazione stimoli utili nei vari ambiti di intervento. Sono certo che anche per il futuro non mancheranno le occasioni di confronto e di crescita”.

La Consulta delle Associazioni, istituita dal 2011, è un organismo rappresentativo e un importante strumento di partecipazione che assicura un rapporto stabile tra l’Amministrazione comunale e il mondo associativo livornese. E’ costituita da tutte quelle associazioni iscritte al Registro comunale che hanno designato dei rappresentanti per la partecipazione alle sedute.
Al momento attuale, delle 293 associazioni iscritte al registro comunale, 147 sono quelle che aderiscono alla Consulta.

“Con la recente apertura del Cisternino di Città abbiamo aperto le porte a un luogo dove cittadini e associazioni possano finalmente dialogare e confrontarsi con l’Amministrazione in modo diretto e partecipare attivamente alla vita della città – ha dichiarato la vicesindaco Stella Sorgente, presente al termine dell’incontro per salutare i nuovi eletti – In quest’ottica è nostra intenzione dedicare all’organismo consultivo delle associazioni degli spazi proprio all’interno dell’edificio”.

Si ricorda che al primo e secondo piano del Cisternino di Città è attivo il nuovo Ufficio comunale Associazionismo, Partecipazione e Beni Comuni, aperto al pubblico il lunedì e il venerdì in orario mattutino dalle 9 alle 13 e il martedì ed il giovedì in orario pomeridiano dalle 15,30 alle 17,30.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *