Aree pubbliche 10 Novembre 2020

PD, A12 Palazzi-Cecina: “Aumento ingiustificato. Via il pedaggio al casello di Vada”

casello autostrada rosignano vadaLivorno 10 novembre 2020

Il Coordinamento Segretari Unioni Comunali PD Territoriale di Livorno, il Portavoce Donne Democratiche e il Segretario Territoriale Giovani Democratici intervengono sul pedaggio della Tirrenica

“Con l’ennesimo, inspiegabile, aumento del pedaggio autostradale sul tratto Rosignano Collesalvetti, messo in atto da SAT; vogliamo tornare a chiedere, con forza, a livello regionale e nazionale una scelta di coraggio sull’autostrada A12.

Innanzitutto, giudichiamo scandaloso che in un momento di profondissima crisi, connessa con l’emergenza COVID; la società SAT decida di aumentare ulteriormente i pedaggi dell’autostrada Tirrenica, rendendo il tratto Collesalvetti-Rosignano sempre di più uno dei tratti più costosi d’Italia.

Questo genererà inoltre un ulteriore sovraccarico sulla viabilità secondaria.

La vecchia Aurelia nel tratto litoraneo “ll Romito” e la SR 206 risultano essere del tutto inadeguate a ricevere maggiori flussi di traffico; soprattutto sotto il profilo della sicurezza stradale.

Il progetto, cioè l’adeguamento viario da Civitavecchia a San Pietro in Palazzi; è stato individuato come prioritario all’interno delle opere da finanziare con il Next Generation EU; rendendo perciò la motivazione del pedaggio del nuovo casello di Vada ingiustificabile.

Condividiamo pertanto le richieste dei Sindaci di Cecina e Rosignano avanzate al Presidente della Regione Toscana e al ministro De Micheli, dove si propone:

1 – La rimozione del pedaggio al casello di Vada;

2 – La piena attuazione della Deliberazione numero 118/2009 del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica con la quale si è stabilito “l’esenzione del pedaggio per l’utilizzo del tratto autostradale Rosignano – San Pietro in Palazzi per i 10 comuni della Bassa Val di Cecina”, nelle more dell’adeguamento della viabilità nel tratto Civitavecchia – San Pietro in Palazzi;

3 – Il trasferimento della responsabilità del completamento della Variante ad Anas (così com’è stato reso possibile dall’approvazione dell’emendamento dell’onorevole Andrea Romano al Decreto Milleproroghe 2019) e la nomina del Commissario governativo (così come previsto dal Decreto Semplificazione 2020)

4 –  La conferma dell’inserimento dell’adeguamento della viabilità tra Civitavecchia e il casello di Vada all’interno degli interventi prioritari da finanziare con il Next Generation.

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento