Ambiente 4 aprile 2019

PD Colle: incontro a Parrana sulla nuova riserva naturale regionale delle colline livornesi

Il PD di Collesalvetti organizza per Lunedì 8 Aprile alle ore 21.15 a Parrana San Martino, presso il circolo ARCI”il Mandraccio” un incontro rivolto a cittadini e associazioni per favorire la partecipazione attiva al percorso per la gestione della futura Riserva naturale regionale delle Colline livornesi, finalizzata alla valorizzazione del patrimonio e alla piena fruizione da parte di cittadini e turisti. Ovviamente l’attenzione sarà rivolta in particolare alle aree che ricadono sul territorio del Comune di Collesalvetti.

Parteciperanno PAOLO NANNI presidente PD Collesalvetti, ADELIO ANTOLINI candidato Sindaco e FRANCESCO GAZZETTI consigliere Regionale del PD. Partecipano inoltre ELENE MARCONI e ROBERTO MENICAGLI candidati PD al consiglio Comunale.

Come è noto infatti, è stato sottoscritto nel corso del 2018, un protocollo d’intesa tra Regione Toscana, i Comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti e la Provincia di Livorno con l’obiettivo di garantire una visione unitaria del sistema integrato delle aree protette dei Monti livornesi e individuare strumenti in grado di ricomporre la frammentazione delle aree a diversa tutela.

Ciò per rilanciare l’intero sistema e promuovere e valorizzare in forma coordinata ed integrata con la partecipazione attiva anche dei Comuni ed il coinvolgimento delle associazioni presenti sul territorio.

Il protocollo di intesa definisce come prioritaria e coerente con gli obiettivi generali di tutela e valorizzazione, la proposta avanzata dai tre Comuni che prevede tra l’altro:

  • la trasformazione dei territori dell’attuale parco provinciale in una o più riserve naturali regionali,

  • la trasformazione delle ANPIL “Parrana San Martino” e “Colognole” nel Comune di Collesalvetti in aree contigue della suddette riserve.

La Regione Toscana, pur non avendo particolari vincoli procedurali, ha scelto di avviare un percorso sicuramente innovativo per quanto riguarda il settore, teso a favorire un ampio confronto ed una larga partecipazione di tutti i soggetti interessati, che possono avanzare proposte e valutazioni in maniera formale.

Tale procedura è tra l’altro assicurata dal Garante Regionale dell’informazione e partecipazione. Solo dopo vari incontri già avvenuti e di prossimo svolgimento, l’atto conclusivo per la riclassificazione delle aree, dopo valutazione delle osservazioni/suggerimenti pervenuti, sarà assunto dalla Giunta regionale e proposto al Consiglio.

Il PD, con questa iniziativa intende favorire un largo confronto con tutti i soggetti interessati.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento