Ambiente 28 Dicembre 2023

PD Livorno: Zero Consumo di Suolo nel Nuovo Perimetro Urbano – Focus sulle Scelte della Giunta

PD Livorno: Zero Consumo di Suolo nel Nuovo Perimetro Urbano - Focus sulle Scelte della GiuntaLivorno 28 dicembre 2023 – PD Livorno: Zero Consumo di Suolo nel Nuovo Perimetro Urbano – Focus sulle Scelte della Giunta

Come PD Livorno nel Consiglio Comunale del 22 dicembre abbiamo approvato la delibera con le controdeduzioni alle osservazioni al Piano Strutturale.

È stato un’occasione utile per rispiegare le strategie e gli obiettivi contenuti in questo importante atto di pianificazione: sostenere il lavoro e la crescita, sostenere i servizi pubblici, tutelare l’ambiente e valorizzare la città pubblica.

Abbiamo dimostrato, con i numeri alla mano, che nel territorio urbano non si innesca nessun processo di cementificazione, al contrario si prevede un dimensionamento minore della città.

Nel Piano Strutturale 2023 si prevede, tra nuova edificazione e riuso, un dimensionamento ridotto di 91.732 mq rispetto del Piano Strutturale 2019 ( 1.832.000 mq contro 1.923.732 mq).

Questo è anche il risultato di una scelta chiara posta in essere dalla Giunta Salvetti sulla grande distribuzione, dove nel Piano Strutturale del 2019, sempre tra nuova edificazione e riuso, si prevedono 213.517 mq mentre in quello del 2023 se ne prevedono 60.000 mq.

In sostanza la Giunta Salvetti ha posto un fermo alla crescita della grande distribuzione a tutela del commercio al dettaglio.

 

Sul consumo del suolo del nuovo perimetro urbano abbiamo dimostrato che è pari a zero.

Su 103 ettari di nuovo perimetro urbano è possibile edificare poco più di 5000 mq su un impegno di suolo di 0.5 ettari (0.5%) in cui realizzare più di un ettaro di spazi pubblici.

Abbiamo scelto di agire al di fuori del perimetro urbano per attrarre nuovi investimenti produttivi (Vallin Buio) e per dare nuovi servizi pubblici alla città con il Parco delle Generazioni (Banditella-Montenero Basso). Azioni che hanno un chiaro interesse pubblico.

Ampia parte della discussione è stata coperta dal futuro impianto sportivo di via San Marino.

Ormai abbiamo acclarato che anche il M5S prevedeva costruire un impianto sportivo in quelle aree. È sufficiente mettere in relazione la delibera n°40 del 28/02/2019 (Piano Alienazioni) e la delibera n°75 del 07/04/2019 (Piano Strutturale).

 

Infatti quelle aree non furono escluse dal perimetro urbano e non furono ritenute a rischio sotto il profilo idrogeologico anche dopo il tragico evento alluvionale del 2017.

La cosa più grave, secondo noi, era la cessione del diritto di superficie ai privati per la realizzazione e gestione sia della palestra per il basket e la pallavolo, che per i campi di calcio e di rugby. Noi abbiamo fatto una scelta diversa, di valorizzare quella parte del quartiere Scopaia come area pubblica.

SVS 5x1000 2024
Inassociazione