Ambiente 18 Giugno 2018

Perchè il porta a porta? Rifiuti zero intervista Ercolini

Perchè il porta a porta?
Il Coordinamento Rifiuti Zero Livorno ha intervistato Rossano Ercolini, leader e promotore delle politiche ambientaliste e della strategia rifiuti zero.
Questo il video realizzato dal Coordinamento. Di sotto a seguire le note all’intervista.
.

IL PORTA A PORTA? CE LO SPIEGA ROSSANO ERCOLINI

PERCHE' IL PORTA A PORTA?! CE LO SPIEGA ROSSANO ERCOLINIIntervista su Livorno e la raccolta porta-a-porta a Rossano Ercolini, Presidente Zero Waste Europe, già presidente di Ascit s.p.a. (una delle aziende di gestione dei rifiuti più virtuose del paese), "premio nobel" (Gold Environmental Prize 2013) dell'ambiente, ricevuto alla Casa Bianca dal Presidente degli U.S.A.Inizia spiegandoci come sia fondamentale capire la grande sfida che abbiamo di fronte per i nostri figli, nipoti, per tutta la nostra comunità. Fino ad ora abbiamo vissuto nella preistoria dei rifiuti, in cui erano presenti soprattuto le discariche ed gli inceneritori, provocando un impatto ambietale enorme ed una qualità della salute negativa. Dobbiamo passare all'epoca delle risorse: in cui non abbiamo più rifiuti, ma carta, vetro, metalli, plastiche e preziosa materia organica. Ercolini ci invita a riflettere: "se guardo dentro il sacco nero posso vederci il pianeta, ognuno può fare la differenza e la differenziata!"Il porta a porta crea posti di lavoro, con i materiali che si recuperano si da lavoro alle nostre industrie, siamo un importante paese manifattuiero ma non abbiamo giacimenti naturali. "Da dove estraiamo le materie prime? Dal cassonetto!". Questo è il passaggio dalla preistoria, alla contemporanietà, al futuro. "La raccolta differenziata che funziona, che ti porta nella seria A del risultato, è solo quella porta a porta. Ci saranno momenti difficili, in cui il sistema deve esser ritoccato e contestualizzato, il servizio deve diventare confortevole, bisogna andare incontro ai cittadini e se ci sono dei disservizi è giusto segnalarli! E' giusto essere polemici, ma la polemica deve essere costruttiva per far riuscire il sistema. Non si torna indietro dal porta-a-porta, quindi se ci mettiamo la volontà ed il senso critico, con l'aiuto delle associaizoni, con il coinvolgimento del Comune, che deve ascoltare quando c'è da migliorare, Livorno vincerà la partita e sarà in serie A, svolgendo anche un ruolo di primo piano, ce lo auguriamo".Ci esorta a fare attenzione alle polemiche di bassa lega, alle strumentalizzazioni, poichè conclude Ercolini: "la partita non è vinci tu, perdo io, o vince Livorno o perde Livorno".

Gepostet von Coordinamento provinciale Rifiuti Zero Livorno am Dienstag, 12. Juni 2018

.
INTERVISTA:

PERCHE’ IL PORTA A PORTA?! CE LO SPIEGA ROSSANO ERCOLINI

Intervista su Livorno e la raccolta porta-a-porta a Rossano Ercolini, Presidente Zero Waste Europe, già presidente di Ascit s.p.a. (una delle aziende di gestione dei rifiuti più virtuose del paese), “premio nobel” (Gold Environmental Prize 2013) dell’ambiente, ricevuto alla Casa Bianca dal Presidente degli U.S.A.

Inizia spiegandoci come sia fondamentale capire la grande sfida che abbiamo di fronte per i nostri figli, nipoti, per tutta la nostra comunità. Fino ad ora abbiamo vissuto nella preistoria dei rifiuti, in cui erano presenti soprattuto le discariche e gli inceneritori, provocando un impatto ambientale enorme ed una qualità della salute negativa.

Dobbiamo passare all’epoca delle risorse: in cui non abbiamo più “rifiuti”, ma carta, vetro, metalli, plastiche e preziosa materia organica. Ercolini ci invita a riflettere: “se guardo dentro il sacco nero posso vederci il pianeta, ognuno può fare la differenza e la differenziata!”

Il porta a porta crea posti di lavoro, con i materiali che si recuperano si da lavoro alle nostre industrie, siamo un importante paese manifatturiero ma non abbiamo giacimenti naturali. “Da dove estraiamo le materie prime? Dal cassonetto!”.

Questo è il passaggio dalla preistoria, alla contemporanietà, al futuro.

“La raccolta differenziata che funziona, che ti porta nella seria A del risultato, è solo quella porta a porta. Ci saranno momenti difficili, in cui il sistema deve esser ritoccato e contestualizzato, il servizio deve diventare confortevole, bisogna andare incontro ai cittadini e se ci sono dei disservizi è giusto segnalarli! E’ giusto essere polemici, ma la polemica deve essere costruttiva per far riuscire il sistema. Non si torna indietro dal porta-a-porta, quindi se ci mettiamo la volontà ed il senso critico, con l’aiuto delle associazioni, con il coinvolgimento del Comune, che deve ascoltare quando c’è da migliorare, Livorno vincerà la partita e sarà in serie A, svolgendo anche un ruolo di primo piano, ce lo auguriamo”.

Ercolini esorta a fare attenzione alle polemiche di bassa lega ed alle strumentalizzazioni, poiché, conclude “la partita non è vinci tu, perdo io, ma vince Livorno o perde Livorno”.

Coordinamento provinciale Rifiuti-Zero Livorno

 

 

 

CONDIVIDI SUBITO!