Cronaca 9 Settembre 2020

Piazza Garibaldi, Berti (M5S) chiama il capo della polizia Gabrielli: “Situazione al limite, istituzioni territoriali guardino in faccia la realtà”

Onorevole Francesco Berti (M5S) 1 (1)Livorno 9 settembre 2020 – L’onorevole Francesco Berti (M5S) interviene sul tema della sicurezza in piazza Garibaldi a Livorno:

“Due accoltellamenti in 5 giorni in Piazza Garibaldi, ma per prefettura e Sindaco il problema non esiste. Siamo alla guerra tra bande e addirittura un mese fa siamo arrivati alle bombe. La situazione è al limite, le istituzioni territoriali smettano di negare la realtà, escano dai palazzi e affrontino il problema seriamente”

Sia al prefetto Tomao che all’attuale Prefetto d’Attilio, che al Questore Suraci ho sempre rappresentato la gravità della situazione, che non si limita al numero di reati violenti che avvengono in quella piazza, ma sfocia in una completa di assenza di legalità e di quieto vivere comune. Il movimento 5 stelle di Livorno ha la sede in Piazza Garibaldi e spesso ci troviamo in situazioni spiacevoli. Una volta, chiamando la polizia, una squadra di poliziotti giunta sul posto ci ha confessato che anche loro si sentono abbandonati dallo Stato, perché non hanno mezzi per intervenire. Ora basta. Dalle istituzioni territoriali ho sempre trovato molta disponibilità ma non mi sembra che abbiano capito la gravità della situazione per i residenti e per chi si trova a passare di lì. Per questi motivi ho scritto al ministero degli interni e ho chiesto un intervento dello Stato.

Per rendere sicura e vivibile Piazza Garibaldi serve uno sforzo congiunto: dobbiamo monitorare gli affitti, lavorare sul decoro urbano e intensificare i controlli. Servono più risorse e queste devono arrivare da Roma. Spero che il Prefetto e il Sindaco si rendano conto del problema e rappresentino con altrettanta urgenza questo problema al Viminale.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 13-26 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento