Politica 29 Giugno 2020

Potere al Popolo, “Chiusura teatro Décircus: una sconfitta per la città!”

Livorno 29 giugno 2020 – Chiusura teatro Décircus: “una sconfitta per la città!”, così commenta Potere al Popolo Livorno:

“La chiusura di un teatro è sempre un brutto segnale per una città”.

 

 teatro Décircus Livorno“Quella del Décircus, avvenuta nel silenzio di questi giorni post covid, ci pone di fronte ad alcune considerazioni che non possono prescindere dalla desertificazione culturale, condotta scientificamente a Livorno negli ultimi anni, il tutto per incensare sagre cacciuccate con i soliti implacabili protagonisti.

Non è possibile che:

apra un teatro a 200 metri dal Comune, in una zona che la destra e i media hanno voluto marchiare col pessimo aggettivo “degradata”;

l’assessore alla cultura, non solo non ci abbia mai messo piede, ma non sia neanche stato in grado di pronunciare una parola sulla chiusura di un tal luogo di aggregazione e vivacità culturale.

L’inevitabilità di una simile fine, la si può leggere come ovvia risultante del post covid.

Si può lavorare fianco a fianco, si può volare su un aereo, si può giocare una partita di calcio di serie A, ma non si può godere della cultura e tantomeno andare a scuola.

Ma la si deve anche leggere come provocazione, come conseguenza del rifiuto dell’allontanamento anche minimo dai sentieri prestabiliti, come condanna del non rispettare i canoni del “o così o nulla”,  come triste modello che si ripete in molti campi, dal  lavorativo, al  culturale, sportivo dove il piccolo che vuol essere autonomo e indipendente, deve soccombere davanti al mercato a cui la Cultura non interessa.

Come se non bastasse la filosofia è sempre: le poche risorse ai pochi grandi, gli altri al macero.

Non è certo qualcosa di cui andare fieri.

Non si può che deprecare l’amministrazione cittadina per l’inesistente sostegno, non possiamo girarci dall’altra parte se abbiamo ignorato lavori su Gianni Rodari e il cinema con il rumore della pellicola nel proiettore, se non abbiamo considerato dei bei pomeriggi dedicati ai bambini, se ci siamo lasciati scappare opere di artisti di valore assoluto, passati sotto un silenzio assordante, se non sapevamo dei laboratori teatrali con decine di nostri concittadini protagonisti e non possiamo accettare che si possa far finta di nulla, e che tutto ciò sia inevitabile…

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento