Politica 19 Novembre 2021

Potere al Popolo: grande adesione allo sciopero dei portuali

Livorno 19 novembre 2021

Potere al Popolo: “Totale l’adesione dei lavoratori portuali allo sciopero di 48 ore indetto dai Sindacati Confederali e dall’Usb.

Le principali ragioni di tale forte mobilitazione stanno nella necessità di assicurare maggiore sicurezza sul lavoro (troppi sono gli incidenti, persino mortali, a cui abbiamo assistito anche nella nostra città!), di contenere il lavoro straordinario sempre più richiesto e il superamento del precariato, come nella volontà di veder riconosciuto il lavoro portuale come lavoro usurante.

Importantissima, però, è la volontà di esprimere un secco rifiuto dell’Autoproduzione, con un D.L. Concorrenza del Governo Draghi, che apre in maniera complice a questa pratica a solo favore degli armatori e a forte svantaggio delle condizioni economiche e dei diritti dei lavoratori del porto.

I nostri compagni, che si sono recati sul posto per portare la solidarietà di Potere al Popolo Livorno all’iniziativa di lotta, hanno trovato folte e agguerrite pattuglie di portuali a presidiare tutti i varchi e ad impedire l’ingresso ad ogni operatore.

Di fronte al Varco Valessini si è formata una lunga fila di camion che ha ostruito completamente il ponte di accesso. Il porto è deserto; non si muove una gru, non si vedono movimenti di alcun genere all’interno.

Blocco totale anche al Varco Galvani, allo Zara e alla Darsena Toscana. I lavoratori si sono organizzati in turni per coprire le intere 48 ore: ceneranno e pernotteranno sul posto con l’impegno ad assicurare i presidi nella giornata di domani, anche in contemporanea con la manifestazione convocata dalle ore 09.30 alle 12, in Piazza del Luogo Pio.

Decisivo è infatti che durante questo sciopero il porto rimanga bloccato, per poi proseguire fino alle 24,00, in quanto ciò assicurerebbe, visto il divieto di circolazione dei mezzi pesanti nel fine settimana, la piena riuscita dello sciopero, spostando ogni attività di carico a lunedì.

Farebbe bene il Governo Draghi e le forze politiche che lo sostengono ad accogliere le rivendicazioni avanzate dai portuali e a rivedere i loro pericolosi propositi, pena l’intensificarsi di un conflitto politico e sociale, che a noi non spaventerebbe, come non spaventa di certo i lavoratori portuali.

Invitiamo tutti i nostri militanti e simpatizzanti, come tutta la cittadinanza, a portare sostegno ai lavoratori in lotta presso i varchi portuali e a partecipare in massa alla manifestazione di domattina in Piazza del Luogo Pio”

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, offerte 23 novembre - 6 dicembre
Inassociazione