Cultura 7 Agosto 2017

Premio Rotonda, i vincitori

Vincitrice assoluta di quest’anno è stata Laura Bianchi con la sua pittura iperrealista

Edizione speciale al femminile quella del Rotonda 2017. La vincitrice assoluta di quest’anno è stata Laura Bianchi con la sua pittura iperrealista, apprezzata dalla giuria e dal pubblico per la componente innovativa adottata.

Nell’affollatissima Sala Ferretti della Fortezza Vecchia di Livorno si è svolta la premiazione del premio nazionale città di Livorno Mario Borgiotti, che in maniera eccezionale e solo per il 2017 ha traslocato dalla sede tradizionale della pineta di Ardenza.

Dal 26 luglio e fino al 5 di agosto le artiste e gli artisti hanno incontrato pubblico ed appassionati nel monumento più antico della città, consolidando lo stretto rapporto tra espressione figurativa, storia e cittadinanza.

L’Assessore alla Cultura Francesco Belais, che ha consegnato il premio Borgiotti, ha rinnovato l’impegno dell’amministrazione a sostenere l’arte e gli artisti. A Paola Turio è andato il premio intitolato a Nedo Luschi, uno dei fondatori della rassegna, e consegnato dalla figlia Carla.

Gli altri premiati sono stati: Fulvio Berti, Enrico Bettarini, Sabrina Garzelli, Cinzia Mazzoni, Nicola Perilli, Terzo Collettivo, Diana Polo e Francesca Ghelarducci.

Per un approfondimento:

Foto Credit: La foto di copertina è di Sebastian Korbel

 

Questo il dettaglio delle premiazioni:

PREMIAZIONE ROTONDA 2017 

Introduce e conduce Sergio Nieri

 

  • Saluti del presidente dell’Associazione Ro-art a nome di tutto il Consiglio Direttivo.
  • Saluti da parte dell’Assessore alla Cultura del Comune di Livorno, dott. Francesco Belais.
  • Saluti da parte di un rappresentante dell’Autorità Portuale dell’Alto Tirreno, dott. Massimo Provinciali.

 

La giuria

 

  • Presidente, Francesca Giampaolo, ex direttrice del Museo Giovanni Fattori di Livorno;
  • dott.ssa Elena Capone, critica d’arte ed esperta di comunicazione;
  • Lorenzo Vivarelli, storico dell’arte e scrittore.

La parola alla presidente dott.ssa Giampaolo e agli altri membri.

RICORDO DI EDDA VOIR, SCOMPARSA NELLE SCORSE SETTIMANE. Pittrice romana affezionata partecipante del Premio, caratterizzata da  installazioni e opere dense di ironia salace e di lucida consapevolezza del reale. La Rotonda è stato scenario di sue installazioni e opere tra cui ricordiamo MAGNA MAGNA,  LA DANZA DEL FIL DI FERRO.

 

                                               PREMIAZIONI

TARGA in memoria di Claudio Pellissier offerta dai nipoti

Premia Riccardo Chirici

A FULVIO BERTI

 

TARGA in memoria di Alberto Fornaciari offerta dalla famiglia

Premia Sonia Fornaciari

A ENRICO BETTARINI

 

TARGA Offerta da Archeoclub d’Italia per il valore storico artistico

Premia l’avv. Pietro Pizzi, segretario dell’Archeoclub d’Italia, sede di Livorno.

A CINZIA MAZZONI

 

TARGA PREMIO ROTONDA 2017 edizione speciale

Premia membro dell’Autorità Portuale

A TERZO COLLETTIVO

 

TARGA PREMIO ROTONDA 2017 edizione speciale

Premia il vice presidente di Ro Art Maurizio Pupilli

A NICOLA PERILLI

 

TARGA PREMIO ROTONDA 2017 edizione speciale

Premia la consigliera di Ro Art Carlotta Pardini

A SABRINA GARZELLI

       

PREMIO PER LA PITTURA “NEDO LUSCHI” (con acquisizione)

PREMIO Nedo Luschi consistente in un assegno di € 500,00

con la seguente motivazione: 

In ricordo dell’artista Nedo Luschi, tra i fondatori del Premio Rotonda, all’opera che meglio interpreta il suo messaggio basato sul colore, capace di rinnovare nel Novecento livornese i valori artistici cittadini, aprendosi attraverso una capacità compositiva personale, ad un confronto di carattere Nazionale con quanto, in campo figurativo, si stava ricercando nella sua contemporaneità.

Consegna la figlia Carla Luschi  a PAOLA TURIO

PREMIO MARIO BORGIOTTI

Premio consistente in un assegno di 2000€ donati dalla signora Sira Borgiotti, figlia di Mario Borgiotti, l’ideatore del Premio Rotonda nel 1953.

Consegna il premio l’Assessore alla Cultura del Comune di Livorno dott. Francesco Belais

LAURA BIANCHI

 con la seguente motivazione:

La Giuria assegna il Premio Mario Borgiotti a LAURA BIANCHI riconoscendo nel suo lavoro notevoli capacità tecniche nella restituzione del particolare e un’espressività fortemente caratterizzante nella modernizzazione del linguaggio iperrealista.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento