Ambiente 1 Luglio 2021

Presentato il drone che andrà a caccia di amianto

Dal mese di luglio fino ad ottobre effettuerà una serie di rilevazioni a bassa quota

Presentato il drone che andrà a caccia di amiantoLivorno, 1 luglio 2021

Non lo vedremo all’opera e nemmeno né sentiremo il rumore ma agirà con discrezione nello spazio aereo del territorio comunale livornese con un compito preciso a totale garanzia della sicurezza dei cittadini: rilevare l’eventuale presenza di amianto sugli edifici pubblici e privati e stabilirne il potenziale deterioramento causato soprattutto dal passare del tempo, dalle intemperie e dalle piogge acide.

Stiamo parlando di un drone che a partire dal mese di luglio fino ad ottobre di quest’anno effettuerà una serie di rilevazioni a bassa quota con l’ausilio di raggi infrarossi e permetterà di predisporre le mappe georeferenziate della città con l’individuazione delle criticità in tema di esposizione da amianto in linea con le disposizioni contenute nella legge n° 257 del 27.03.1992 che ne proibiscono l’estrazione, l’importazione e la lavorazione.

L’attività rientra nel progetto “Livorno Amianto free” avviato dall’amministrazione comunale nel 2020 ed è stata presentata alla stampa questo pomeriggio in piazza della Repubblica alla presenza del sindaco Luca Salvetti e dell’assessora all’Ambiente Giovanna Cepparello”.

L’indice di degrado del materiale che verrà determinato permetterà di stabilire un ordine prioritario degli interventi di rimozione che terranno conto della prossimità alle scuole, agli ospedali, alle case di cura e agli edifici pubblici e dovranno essere pianificati e realizzati in modo da scongiurare qualunque possibile dispersione delle minuscole fibre di amianto potenzialmente nocive per la salute umana.

“Con questa sofisticata tecnologia – ha affermato il Sindaco – Livorno diventerà ambientalmente sostenibile. È questo l’obiettivo dell’Amministrazione Comunale”.
L’assessora all’Ambiente Giovanna Cepparello ha aggiunto che “pensiamo di triplicare gli interventi di rimozione dell’amianto, da cui la città deve liberarsi”.

Con il coordinamento dell’uff. Ambiente del Comune di Livorno, il drone sarà pilotato dalla società Aerodron specializzata nella realizzazione di servizi di rilevazione aerea attraverso i sistemi SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) nel rispetto delle normative sul volo stabilite dall’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile che agisce come autorità unica di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell’aviazione civile in Italia)

CONDIVIDI SUBITO!
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Ekom promozoni 20 luglio-2agosto
Banner laboratorio ottico Labrolens
SVS 5x1000
banner effetto venezia 2021
Inassociazione

Lascia il tuo commento